Maggio 18, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

I futures di Wall Street sono scesi a causa dei timori di inflazione

futuro Media industriale del Dow Jones È diminuito dello 0,63% a 31.544 punti, mentre quelli di Standard & Poveri 500 Lo 0,76% rimane per segnare 3900 punti. Il Nasdaq 100Da parte sua, i contratti futures sono scesi dell’1,13% a 11.834 punti. Nonostante un tentativo di recupero durante la seduta mattutina, i principali indici hanno ceduto ancora una volta al pessimismo, con ribassi di oltre il 3% al Nasdaq.

La lettura dell’inflazione più alta del previsto per aprile ha sollevato preoccupazioni sul fatto che l’aumento dei tassi della Federal Reserve non stia spingendo i prezzi verso il basso abbastanza velocemente, Potrebbe costringere l’organizzazione guidata da Jerome Powell a ricorrere a una mossa di tre quarti di puntopiuttosto che il ritmo di mezzo punto a cui i mercati sono abituati.

Il grande timore per gli investitori è che una mossa di questo tipo possa rallentare notevolmente la crescita economica, considerando anche altri forti venti contrari come la guerra russa in Ucraina e i problemi che la Cina ha per arginare il Covid-19.

Mona Mahajan, società di investimento strategico di Edward Jones & Company, avverte: “Fino a quando non si verificherà un significativo movimento al ribasso dell’inflazione, non solo uno, ma due, tre o quattro punti dati coerenti nella giusta direzione, questo mercato potrebbe rimanere limitato. “. .

A livello macroeconomico, il mercato oggi deve prestare attenzione ai dati settimanali sulla disoccupazione e ai prezzi alla produzione industriale di aprile, noti poco prima dell’apertura.

Apple non è più la società quotata più preziosa al mondo

Uno dei titoli che il mercato osserverà da vicino oggi è manzanaDopo ieri, il colosso petrolifero Saudi Aramco ha superato l’azienda come l’azienda più preziosa al mondo nel mercato azionario.

READ  DeFi TVL ha raccolto $ 157 miliardi di record mentre il concorso Ethereum attira gli investitori di CoinTelegraph

Mercoledì, la valutazione di mercato di Aramco si è attestata a poco meno di $ 2,43 trilioni, secondo FactSet, che ha convertito la capitalizzazione di mercato in dollari. Apple, che è scesa di oltre il 5% durante il trading di Wall Street, vale 2,37 trilioni di dollari. La mossa è per lo più simbolica per ora, ma mostra come i mercati stanno cambiando mentre l’economia globale è alle prese con l’aumento dei tassi di interesse, l’inflazione e i problemi della catena di approvvigionamento.
Apple è in calo di quasi il 20% dal suo massimo di $ 182,94 del 4 gennaio.

Tra le aziende che hanno riportato risultati, Walt Disney In pre-apertura è sceso del 4,7%. Ieri, il gigante dell’intrattenimento ha registrato conti di chiusura peggiori del mercato, con un utile per azione rettificato nel secondo trimestre fiscale di $ 1,08. Il numero rappresenta un aumento del 37% anno su anno, ma è inferiore alla stima di consenso degli analisti di $ 1,19.

Le entrate sono state di 19,2 miliardi di dollari, in aumento del 23% rispetto alla stima di Wall Street di 20,1 miliardi di dollari. La nota positiva arriva dal servizio di streaming: Disney+ ha chiuso il trimestre con 137,7 milioni di abbonati, in aumento di 7,9 milioni rispetto a fine 2021.

Da parte sua, il produttore di camion elettrici Rivian Auto Rg-A Ieri ha anche registrato una perdita di chiusura di $ 1,43, leggermente migliore delle stime di Wall Street di $ 1,44. I ricavi, dal canto loro, sono stati inferiori alle attese, con circa 95 milioni contro i 130,5 milioni attesi.

READ  Turkish Airlines e GOL hanno annunciato un'alleanza strategica

Tuttavia, la società ha mantenuto il suo obiettivo di produzione per il 2022, dicendo che era ancora sulla buona strada per costruire 25.000 veicoli quest’anno, con un aumento delle prenotazioni previsto. Le sue azioni erano aumentate del 2,5% prima che suonasse la campana.

L’euro scende a $ 1,04

nei mercati delle materie prime, Il petrolio è un po’ in calo oggi, sebbene rimanga all’interno del suo recente intervallo di scambio compreso tra $ 100 e $ 110 al barile di fronte all’incertezza sull’economia globale. Il prezzo di un barile del West Texas è sceso dell’1,27% a $ 103,94, mentre è sceso Futures sul petrolio E il greggio Brent, il benchmark in Europa, è sceso dell’1,37% a 105,78 dollari al barile.

Nel frattempo, il rame è sceso sotto i 9.000 dollari la tonnellata per la prima volta da ottobre e anche altri metalli sono scesi a causa delle crescenti preoccupazioni per la debole domanda globale.

Quando si tratta di valute, il dollaro continua a rafforzarsi rispetto ai suoi principali omologhi internazionali. Nel caso dell’euro, il tasso di cambio ha già raggiunto $ 1,04 per valuta comunitaria.

Nei mercati obbligazionari, giovedì il rendimento dell’obbligazione decennale statunitense si è attestato al 2,8407%, dopo aver brevemente superato ieri la soglia del 3% in seguito alla pubblicazione dei dati sull’inflazione. Il bond a 30 anni, dal canto suo, offre un rendimento del 2,9942%, anch’esso inferiore al 3%.