Settembre 25, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

I giovani delle minoranze etniche partecipano al programma STEM – NBC 7 San Diego

“Noi donne di colore, donne di colore, stiamo davvero cercando di difendere la verità su ciò che i nostri antenati hanno davvero passato”, ha detto Trinity Ansley.

Ansley è una delle 16 giovani donne che partecipano a Our Genetic Legacy, un programma per ragazze appartenenti a minoranze etniche interessate alle STEM.

“Quello che ne deduco è che questa parte dell’organizzazione aiuta le donne di colore a trovare la loro voce in una società molto dominata dagli uomini e a trovarla in STEAM, in particolare”, ha affermato Grace Preston.

Ma non è il tipico programma STEM.

Lo scopo qui è usare gli strumenti del futuro per scoprire il passato.

Nel prossimo anno, le ragazze di età compresa tra 14 e 17 anni faranno un piano per aprire un nuovo museo.

“Abbiamo un team operativo, marketing e finanziario”, ha affermato Shelley Baxter, fondatrice di Our Genetic Legacy. “Quindi stiamo studiando le basi del business e dell’avvio”.

Quindi si formeranno per ottenere la licenza per i droni, lavorando con lei alla mappatura di due siti storici della contea: Julian’s Cemetery e Harrison Serenity Ranch.

“Non molte persone conoscono la storia dei neri e degli aborigeni nella fondazione di Julian”, ha detto Baxter.

La fattoria è di proprietà del primo proprietario terriero nero di San Diego.

Porteranno le loro scoperte e le presenteranno al pubblico nel loro museo, che aprirà il prossimo luglio.

“È stato così gratificante e così soddisfacente perché hanno avuto la possibilità, sai, di pensare a una cosa e un’altra cosa per vederlo andare giù”, ha detto Baxter.

Baxter ha istituito il programma quest’anno nella speranza di scoprire l’ascendenza e la storia dei neri e dei nativi americani nella contea di San Diego e come la tecnologia sia un potente strumento per farlo.

READ  La prima GPU per workstation mobili

“Penso che il fatto che possiamo pilotare droni ed essere donne e pilotare droni, penso che sia piuttosto sorprendente”, ha detto Baxter.

Il programma dura un anno ed è completamente gratuito per i partecipanti, dando alle giovani donne una lezione non solo di storia e tecnologia, ma anche di recitazione.

Baxter ha affermato che i partecipanti saranno pagati per farne parte, poiché viene trattato come un programma di sviluppo della forza lavoro.

Le nuove candidature saranno accettate il prossimo agosto.