Maggio 22, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

I magazzinieri di Amazon rifiutano l’offerta sindacale

Lunedì i magazzinieri di Amazon hanno respinto un’offerta sindacale, infliggendo un duro colpo alle autorità di regolamentazione che il mese scorso hanno lanciato il primo sforzo normativo di successo nella storia del gigante del commercio al dettaglio statunitense.

Il National Labor Relations Board stava ancora contando i voti, ma erano già sufficienti per negare una seconda vittoria al nascente sindacato dei lavoratori dell’Amazzonia (ALU).

Un’elezione separata il mese scorso ha regalato all’ALU una vittoria a sorpresa quando i lavoratori di una struttura diversa a Staten Island hanno votato per formare un sindacato, il primo dell’azienda negli Stati Uniti.

C’erano meno lavoratori ammissibili a questo voto – circa 1.500 rispetto a 8.300 – e il turnover della struttura è elevato. Ci sono anche meno organizzatori che partecipano alle recenti elezioni rispetto alle elezioni precedenti.

Gli stessi ostacoli che hanno afflitto il primo tentativo, comprese le aggressive tattiche anti-sindacali di Amazon, sono tornati di nuovo. Prima delle elezioni, Amazon ha convocato riunioni obbligatorie per convincere i suoi lavoratori a rifiutare gli sforzi sindacali, ha pubblicato volantini anti-sindacali e ha lanciato un sito Web in cui esortava i lavoratori a votare “no”.

“In questo momento, ALU sta cercando di interrompere il nostro rapporto con te”, diceva un post sul sito. “Pensano di poter fare un lavoro migliore nel difenderti di quanto tu possa fare.”

La portavoce di Amazon Kelly Nantel ha dichiarato in una dichiarazione che i suoi dipendenti stanno scegliendo se aderire o meno a un sindacato. “Come azienda, non crediamo che i sindacati siano la risposta migliore per i nostri dipendenti”, ha affermato Nantel. “Il nostro obiettivo rimane quello di lavorare direttamente con il nostro team per continuare a rendere Amazon un ottimo posto dove lavorare”.

READ  La Banca centrale della Nigeria pubblica un piano di orientamento sul progetto di valuta digitale della banca centrale di CoinTelegraph