Novembre 27, 2021

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

I nostri ultimi ricordi erano tristi.

numero uno al mondo, Novak Djokovic, alla guida della squadra serba che disputerà la finale di Coppa Davis 2021 con l’obiettivo di raggiungere la vittoria che gli era sfuggita due anni fa a Madrid, Quando è stato eliminato nei quarti di finale contro la Russia.

La squadra serba, al completo con Nikola Kasic, Miomir Kekmanovic, Dusan Lajovic e Filip Krajinovic capitanati da Viktor Troicki, è a Innsbruck dove giocherà la fase a gironi contro Austria e Germania.

“E’ fantastico essere di nuovo con la squadra e di nuovo in Coppa Davis. Il nostro ultimo ricordo era triste. Eravamo tutti così sicuri di noi stessi e non vedevamo l’ora di fare la finale due anni fa. Ma ora siamo molto entusiasti di approfittare di quest’altra opportunità. Siamo di nuovo insieme. Siamo buoni amici fuori dal campo. “C’è molta armonia nella squadra e questa è una delle cose importanti per il successo”, ha detto Djokovic in una conferenza stampa a distanza.

“Sono stato l’ultimo a entrare nel gruppo. L’atmosfera è molto buona. Speriamo per il meglio. Quest’anno il look è diverso. Tre tiri con due gruppi ciascuno. La Coppa Davis dovrebbe essere un’esperienza che più persone possono godersi, motivo per cui sostengo la formula di quest’anno e che più paesi possono godersela. “Vogliamo giocare il miglior tennis per il nostro Paese e anche per il nostro avversario”, ha detto Djokovic, che si è unito alla sua squadra dopo essere stato eliminato dal tedesco Alexander Zverev nelle semifinali delle ATP Finals della scorsa settimana a Torino.

READ  Coppa Davis 2021: ecco come vengono distribuiti i luoghi, le regole e il format del torneo di tennis della squadra nazionale | calcio | Gli sport

In Coppa Davis, Djokovic non coinciderà né con Zverev né con Dominic Thiem, vittime rispettivamente di Germania e Austria. “Sono sicuro che entrambe le squadre vogliono i migliori giocatori, ma sono comunque squadre forti”, ha avvertito.