Ottobre 3, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

I prezzi del petrolio aumentano con la valutazione dell’impatto di Omicron

8 dicembre 2021 | 8:06

I prezzi del petrolio iniziano con i guadagni mercoledì mentre gli investitori soppesano l’impatto della variabile omicron COVID-19 sull’economia globale e sulla domanda di carburante.

07:25 (ora di Città del Messico), contratto di gennaio per Stati Uniti WTI È salito dello 0,39% a 72,33 dollari. allo stesso tempo Brent del Mare del Nord Per la consegna a febbraio, è aumentato dello 0,40% a 75,84 dollari al barile, secondo le informazioni di Bloomberg.

Dopo essere scesi di oltre il 16% dal 25 novembre a circa 69 dollari al barile, i prezzi del greggio Brent sono rimbalzati di oltre l’8% dal 1 dicembre, secondo Reuters, segno che Omicron ha avuto un impatto, ovvero una domanda di petrolio limitata.

“Quasi due terzi del precedente calo dei prezzi sono stati corretti, un calo causato dai problemi di domanda causati dalla nuova variante di omicron. Questi ora sembrano essere sopravvalutati”, ha affermato Commerzbank in una nota.

Tuttavia, è stato riferito che il primo ministro britannico, Boris Johnson, era disposto a inasprire le restrizioni su COVID-19 Rinnovati i timori di un rallentamento dell’attività economica.

Nel frattempo, l’American Petroleum Institute ha stimato che le scorte di greggio presso l’impianto di stoccaggio statunitense di Cushing, in Oklahoma, sono aumentate di 2,4 milioni di barili la scorsa settimana, il più grande aumento da febbraio.

Alcuni operatori di mercato ritengono che il management Joe Biden Può intervenire nuovamente per abbassare i prezzi dopo essersi impegnato a vendere le scorte di greggio dalle riserve strategiche.