Aprile 22, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

I resti dell’asteroide Bennu raggiungono la Terra: potrebbero aiutare a prevenire il suo impatto sul nostro pianeta nel 2182

I resti dell’asteroide Bennu raggiungono la Terra: potrebbero aiutare a prevenire il suo impatto sul nostro pianeta nel 2182

I resti dell’asteroide Bennu raggiungono la Terra: potrebbero aiutare a prevenire il suo impatto sul nostro pianeta nel 2182Credito: NASA.

La navicella spaziale OSIRIS-REx della NASA volerà vicino alla Terra domenica 24 settembre, lasciando dietro di sé un contenitore pieno di detriti raccolti dall’asteroide Bennu, ponendo fine a un’indagine durata 7 anni. Diventerà il campione più grande mai ottenuto da un asteroide, con il potenziale di far luce sulla formazione del nostro pianeta, del sistema solare e sull’emergere della vita. Inoltre, i campioni forniranno dati preziosi per evitare un impatto di Bennu sulla Terra, che potrebbe verificarsi intorno all’anno 2182 e porre fine alla vita sul nostro pianeta.

Imparentato

Domenica 24 settembre, esattamente 159 anni prima che colpisca la Terra, circa 250 grammi di ghiaia e polvere raggiungeranno il nostro pianeta. Raccolto dall’asteroide Bennu. I campioni ottenuti dalla navicella spaziale OSIRIS-REx della NASA forniranno preziose informazioni su diverse questioni: da un lato serviranno a progettare una strategia di difesa contro un organismo alieno.Possibile collisione Nell’anno 2182 D’altra parte, sono riusciti a chiarire alcuni misteri su… Il processo di formazione del sistema solare e l’origine della vita.

Benno: Un rischio e un’opportunità allo stesso tempo

È stato scoperto nel 1999, asteroide Pino Si tratta dei resti di un corpo molto più grande che si scontrò con un’altra roccia spaziale agli albori del sistema solare. La sua larghezza è di circa 500 metri, ovvero circa l’altezza del grattacielo Empire State Building di New York. Si caratterizza per la sua forma circolare, la superficie nera e ruvida, ed è dotata di un gran numero di rocce.

READ  Uno degli ultimi OPPO ha uno sconto su Amazon

Gli specialisti ritengono che questo asteroide contenga resti della formazione del sistema solare avvenuta circa 4,5 miliardi di anni fa. Lo studio degli asteroidi vicini alla Terra suggerisce che Bennu potrebbe essere pericolosamente vicino Alla fine il nostro pianeta si schianta24 settembre 2182.

Sebbene la probabilità di una collisione sia piccola, se avvenisse avrebbe conseguenze catastrofiche: date le dimensioni della roccia spaziale, spazzerebbe via tutta o una parte significativa della vita sulla Terra. Tuttavia, “uno studio attento di OSIRIS-REx e dei campioni che arriveranno potrebbero aiutare l’umanità”. Per sapere come convertire Bino, se necessario“, ha osservato in a condizione Da Phys.org, sulla base delle informazioni dell’Associated Press.

Beno e qualcos’altro

Vale la pena notare che la navicella spaziale OSIRIS-REx è stata lanciata nel 2016: è arrivata a Bennu nel 2018 e ha trascorso i due anni successivi volando attorno all’asteroide, esplorando il luogo ideale per il campionamento. Nel 2020, ha utilizzato il suo braccio a vuoto lungo 3 metri per toccare temporaneamente la superficie dell’asteroide e… Estrazione del campione.

Ora, OSIRIS-REx lancerà la capsula contenente i campioni di Bennu da una distanza di 100.000 km, esattamente quattro ore prima di atterrare allo Utah Test and Training Range del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti domenica mattina. Poco dopo, la nave si allontanerà e decollerà per… Esplorando un altro asteroideApophis, che arriverà nel 2029.

La capsula che trasporta i campioni entrerà nell’atmosfera terrestre ad una velocità di 44.500 chilometri orari, ma verrà utilizzato un paracadute per ridurre la velocità nelle sezioni finali del volo. Ciò consente un atterraggio fluido ad una velocità di circa 18 chilometri all’ora. La capsula verrà quindi trasportata in elicottero al laboratorio e la mattina successiva un aereo porterà il contenitore sigillato pieno di detriti a Houston, sede del Johnson Space Center della NASA.

READ  Curriculum per lo sviluppo di applicazioni mobili - Juventud Rebelde

La ricezione dei campioni di Bennu consegnati dalla navicella spaziale OSIRIS-REx non sarà l’unica novità sugli asteroidi che la NASA consegnerà in questi mesi: il 5 ottobre Astronave psicopatica, dedicato all’esplorazione dell’asteroide con lo stesso nome. Il 1° novembre la navicella Lucy incontrerà la sua prima roccia spaziale dal decollo nel 2021: passerà DinkenishNella fascia principale degli asteroidi tra Marte e Giove.