Gennaio 21, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

IKEA aumenterà i prezzi a livello globale del 9%

Il Gruppo Engka, che possiede la maggior parte dei negozi IKEA, ha annunciato che aumenterà i prezzi dei suoi prodotti in media del 9% nel 2022 a causa delle pressioni inflazionistiche nei mercati in cui opera il gruppo.

La società spiega che questa decisione si basa anche sul “cambiamento delle condizioni economiche che interessano tutti i settori” e cita l’inflazione, le catene di approvvigionamento e i prezzi delle materie prime come catalizzatori.

La differenza di prezzo dipenderà dalla situazione in ciascun paese

Allo stesso modo, ha chiarito che il 9% è la media di tutti i mercati in cui opera e che questa differenza oscillerà a seconda della situazione in ciascun paese.

Tolga Onko, direttore delle operazioni “retail” di Ikea Retail, ha difeso la misura come un’assicurazione allo scopo di “creare una vita quotidiana migliore per molte persone”, oltre a proteggere e resistere alla competitività dell’azienda.

Immagine di archivio dai cataloghi IKEA

Anna Ringstrom/Reuters

Il gruppo ha sottolineato di aver sempre proposto una strategia per ridurre il margine lordo del prodotto al livello più basso possibile al fine di offrire prezzi finali più convenienti. “Abbiamo investito una parte significativa del nostro reddito netto nell’attività per mantenere i prezzi il più bassi possibile”, ha aggiunto Onko.

Ikea si impegna ad ampliare la percentuale di gamma composta da prezzi bassi e bassissimi, con l’ambizione che più della metà della gamma abbia un prezzo basso. Inoltre, il Gruppo Ingka assegnerà alla sua fondazione l’utile netto che non è stato reinvestito nell’attività.

Ci saranno più prodotti a basso prezzo per compensare l’alto

READ  Le esportazioni mondiali di beni intermedi hanno registrato un aumento annuo del 47% nel secondo trimestre del 2021

Ikea ha registrato vendite record di 41.900 milioni di euro alla fine del suo anno fiscale conclusosi ad agosto, il che equivale a un aumento del 5,8% rispetto al reddito registrato nell’anno precedente e dell’1,4% rispetto all’ultimo esercizio prima dello scorso anno. pandemia.

Da parte sua, Ingka Group ha chiuso l’anno fiscale 2021 con investimenti per 3.200 milioni di euro, che includevano elementi in negozi fisici, reti di distribuzione, soddisfazione del cliente, trasformazione del canale end-to-end, esperienza digitale del cliente, energia rinnovabile, zero emissioni dei veicoli e silvicoltura.