Dicembre 3, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il candidato presidenziale di estrema destra in Francia dialoga con Trump

Il candidato alla presidenza francese per il Partito della Redenzione di estrema destra, Eric Zemmour, in un seminario sulle questioni rurali il 15 febbraio 2022 a Parigi afp_ticker

Questo contenuto è stato pubblicato il 15 feb 2022 – 09:16

(AFP)

Il candidato del partito Reconquista ha dichiarato, martedì, che l’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha parlato al telefono con il candidato di estrema destra per le elezioni presidenziali in Francia, Eric Zemmour, che gli ha consigliato di essere “onesto”.

“Ho parlato con Donald Trump per mezz’ora delle nostre stesse campagne”, ha detto Zemmour alla stampa della conversazione di lunedì, confermata da un rappresentante del Partito Repubblicano francese su BFMTV.

L’ex commentatore ha descritto come “interessante” confrontare le loro opinioni sulla “stessa guerra di civiltà” che, a suo avviso, Francia e Stati Uniti stanno affrontando.

“Mi ha detto di continuare a essere me stesso e i media mi avrebbero definito brutale, ma devo essere onesto”, ha detto.

L’ex commentatore francese non ha nascosto la sua vicinanza alle posizioni dell’ex presidente populista. Di recente, ha proposto di costruire un “muro” al confine esterno dell’Unione Europea, che ricorda il muro che Trump ha promosso al confine con il Messico.

Guillaume Peltier, portavoce del candidato presidenziale di Reconquest! , ha detto a France 2 che Trump ha raccomandato a Zemmour di rimanere fermo, perché “la perseveranza e la resistenza finiscono per dare i suoi frutti alla fine della campagna”.

Una nota del team del candidato recitava: “Il significato del suo impegno è lo stesso: Donald Trump vuole che gli Stati Uniti rimangano gli Stati Uniti. Eric Zemmour vuole che la Francia rimanga la Francia”. Entrambi hanno parlato di immigrazione, sicurezza ed economia.

La conversazione arriva quando Zemmour e la candidata alla presidenza dell’RND Marine Le Pen sono bloccate in una battaglia per la leadership di estrema destra francese e tentano di raggiungere il secondo round, previsto per il 24 aprile.

Eric Zemmour, un polemista truccato in TV e privo di background politico, accusa Le Pen di fare marcia indietro nelle lotte di estrema destra contro l’immigrazione o l’Islam, e ha aggiunto ai suoi ranghi i leader della sua formazione rivale.

Le Pen, il candidato alla presidenza del 2017, fece una visita a sorpresa alla Trump Tower di New York nel gennaio dello stesso anno, ma non fu ricevuto dal presidente eletto. Il team di Zemmour ha presto sviluppato connessioni con altri “personaggi”.

L’attuale presidente, Emmanuel Macron, che non ha ancora confermato la sua candidatura per la rielezione, sembra essere il vincitore delle elezioni presidenziali, secondo i sondaggi d’opinione, che mettono in pareggio tecnico Zemmour, Le Pen e Valérie Pecres (a destra). al secondo posto.

READ  L'Italia raccomanda di applicare la quinta dose del vaccino contro il Covid-19