Settembre 30, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il cinema italiano ferma i proiettori a Cuba

The Closing Day Proposal in 96 Minutes racconta la vita di due adolescenti che viaggiano insieme attraverso la Sardegna, mentre Anna (Anastasia Pugach) e la rifugiata di nome Kali Kone, fuggono dalla persecuzione di un trafficante di migranti.

Il secondo film di Luchetti, Fiore gemello, è stato in grado di raccontare il rapporto tra i personaggi principali, che avevano subito una grave perdita e sembravano capirsi i sentimenti reciproci, in un rapporto basato più sull’istinto e il tatto che sulla conversazione, mentre i critici indicavano la specialità .

Allo stesso modo, gli esperti sottolineano la maestria con cui il regista mette insieme temi ampiamente trattati nella cinematografia contemporanea: le migrazioni, la maturità, lo status socioeconomico e la crisi dei profughi, espressa in una fotografia d’eccellenza, da Ferran Rubio.

La coproduzione delle società italiane Picture Show, Donkadillo Films e RAI Cinema, segue le proiezioni di oltre una dozzina di film audiovisivi, tra cui una selezione dedicata al 120° anniversario della nascita dello sceneggiatore Cesare Zavatini.

L’iniziativa Orizzonti Italia-Cuba, ideata dal direttore cubano Luis Ernesto Dunas e dal direttore dei Teatri della Resistenza, Simone Fauci, ha rafforzato i legami di amicizia tra i due Paesi, aprendo le porte a un clima di maggiore collaborazione. Dal 4 giugno il campione del cinema italiano contemporaneo annovera titoli come Padre d’Italia (Fabio Mollo); Ennio (Giuseppe Tornatore), ballerino cubano (Roberto Salinas); La traviata (Mario Martone), cortometraggi Bagni, Magnesio, Battlefield, Olvídate de eso e altri.

Oltre alle proiezioni di film, è stata sviluppata una serie di masterclass, affermano gli organizzatori, con l’obiettivo di contribuire alla socializzazione delle esperienze e alla formazione di registi e professionisti dell’audiovisivo.

READ  L'incredibile storia di Yadam, musicista Diego Torres: lasciò Cuba, divenne cittadino danese e creò l'inno di combattimento per l'isola

Allo stesso modo, l’evento ha previsto tavoli di discussione, mostre e attività di accompagnamento, cementando il rapporto tra i due popoli nel campo della settima arte ed evocando i sei decenni di relazioni.

M/L