Febbraio 2, 2023

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il commercio estero presenta una prospettiva ottimistica per il Vietnam

HANOI, 30 nov. (Prensa Latina) Oggi il Vietnam è ottimista sul commercio estero, che secondo gli esperti è posizionato per raggiungere il valore record di 780 miliardi di dollari entro la fine del 2022.

L’importo previsto diventa un trampolino di lancio affinché il paese raggiunga la cifra prevista di quasi 1 trilione di dollari entro il 2025, stimata nelle dichiarazioni rilasciate dall’agenzia di stampa VNA, professore presso l’Università nazionale di economia, Nguyen Thong Lang.

Nel frattempo, il presidente della sezione vietnamita della Junior Chamber International (JCI), Phu Tuan Anh, ha commentato che gli IDE rimangono la principale forza trainante per la promozione delle esportazioni.

A questo proposito, ha spiegato, i prodotti manifatturieri e high-tech costituiscono i principali gruppi di prodotti, oltre a abbigliamento tessile, prodotti agricoli, silvicoltura e acquacoltura.

In particolare, ha aggiunto che le vendite all’estero di legname e suoi derivati, prodotti acquatici, caffè, gomma, manioca, riso e ortaggi forniscono un’ampia eccedenza per le attività commerciali nell’anno che sta per concludersi.

Secondo l’Ufficio generale di statistica, tra gennaio e novembre 2022, il valore del commercio estero del Vietnam è stimato a oltre 673,8 miliardi di dollari USA, in aumento dell’11,8% su base annua.

In quel periodo è stato registrato un surplus commerciale di 10,6 miliardi di dollari e 35 produttori sono riusciti a fatturare più di 1 miliardo di dollari nelle loro vendite all’estero.

Gli Stati Uniti hanno continuato ad essere il più grande importatore di prodotti vietnamiti, per un totale di 101,5 miliardi di dollari.

od/mpm