Settembre 19, 2021

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il dollaro si indebolisce dopo il rapporto sul lavoro negli Stati Uniti, l’euro raggiunge il nuovo massimo di un mese Da Reuters

© Reuters. File foto di un giornalista che scatta una foto di una banconota da 50 euro presso la sede della Banca centrale europea (BCE) a Francoforte. 4 aprile 2017 (Reuters) / Kai Pfaffenbach

Di Chuck Mikolajchak

NEW YORK (Reuters) – Il dollaro è sceso mercoledì contro un paniere di sei valute dopo che un rapporto sul mercato del lavoro statunitense è sceso al di sotto delle aspettative, mentre l’euro si è mantenuto vicino al massimo di un mese per i timori di inflazione.

Il dollaro ha esteso le sue perdite dopo che il rapporto nazionale sull’occupazione dell’ADP ha mostrato che i salari privati ​​sono aumentati di 374.000 ad agosto, rispetto ai 326.000 di luglio, ma ben al di sotto delle aspettative di 613.000.

* I dati sono stati rilasciati prima del rapporto iniziale sulle richieste di sussidio di disoccupazione di giovedì e del rapporto chiave sui salari del governo per agosto, che sarà pubblicato venerdì e fornirà indizi sul percorso politico della Fed.

* “Si tratta di delta (alternativo) che inizia a influenzare l’economia ed è questo che sta mettendo sotto pressione il dollaro. Il mercato sta rivedendo le stime sui salari non agricoli per abbassarlo venerdì dopo alcuni dati che abbiamo “, ha affermato Joe Manimbo di Western Union (NYSE: Soluzioni aziendali a Washington DC.

“Certo, la ripresa è stata irregolare, ma se anche i libri paga non agricoli deludono, potrebbe chiudere la porta a un imminente taglio degli stimoli e mantenere il dollaro più basso”, ha aggiunto.

Il dollaro è sulla difensiva da quando il presidente della Federal Reserve Jerome Powell ha detto venerdì alla conferenza di Jackson Hole che i tagli di stimolo potrebbero iniziare quest’anno, anche se la banca centrale non ha fretta di aumentare i tassi di interesse.

READ  Wall Street ignora le perdite nonostante la pressione dell'inflazione e dei dati sull'occupazione

* La preoccupazione per un aumento dei casi di COVID-19 che influirà sulla ripresa economica può mantenere la posizione dell’entità dalla parte della cautela.

– L’euro è sceso dello 0,219% e l’euro è salito dello 0,32% a $ 1,1845, il livello più alto dal 5 agosto, poiché i timori di inflazione persistevano dopo che i dati di martedì hanno mostrato che l’inflazione nella regione è salita al 3% su base annua in… Agosto, il più alto in un decennio, è al di sopra dell’obiettivo del 2% della BCE e del 2,7% previsto in un sondaggio Reuters.

* La valuta giapponese è salita dello 0,01% contro la sua controparte statunitense a 110,02 yen per dollaro, mentre la sterlina britannica è salita dello 0,21% a 1,3783 dollari.

(Modificato in spagnolo da Carlos Serrano)

Avviso legale: Fusion Media Vorrei ricordarti che i dati su questo sito Web non sono necessariamente attuali o accurati. Tutti i CFD (azioni, indici, futures) e i prezzi forex non sono forniti dalle borse ma dai market maker, e quindi i prezzi potrebbero non essere accurati e potrebbero differire dal prezzo di mercato effettivo, il che significa che i prezzi sono indicativi e non appropriati per scopi di trading . Pertanto Fusion Media non si assume alcuna responsabilità per eventuali perdite aziendali che potrebbero verificarsi a seguito dell’utilizzo di questi dati.

Fusion Media O CHIUNQUE INTERESSATO A Fusion Media NON SARÀ RESPONSABILE DI PERDITE O DANNI DERIVANTI DALL’AFFIDAMENTO SULLE INFORMAZIONI COMPRESE DATI, CITAZIONI, GRAFICA E SEGNALI DI ACQUISTO/VENDITA CONTENUTI IN QUESTO SITO. Si prega di essere pienamente consapevoli dei rischi e dei costi associati al trading sui mercati finanziari, è una delle forme di investimento più rischiose.

READ  Il petrolio del Texas è sceso del 2,6% per chiudere a 66,48 dollari al barile