Febbraio 4, 2023

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il Dow Jones ha chiuso la settimana peggiore da settembre

Questo contenuto è stato pubblicato il 09/dic/2022 – 21:48

New York, 9 dicembre (EFE). – Il Dow Jones Industrial Average, il principale indice della Borsa di New York, ha chiuso venerdì la peggiore settimana dallo scorso settembre, poiché anche gli altri due principali indici hanno subito ribassi significativi alla luce dei rinnovati timori che i tassi di interesse negli Stati Uniti rimanere alto.

Nel conto globale della settimana, il Dow Jones ha perso il 2,3%, a 33.476,46 unità. Il selettivo S&P 500 è sceso del 2,8% a 3934,38 e il Nasdaq è sceso del 3,4% a 11004,62.

La settimana è stata contrassegnata dal rilascio di nuovi dati che, secondo gli investitori, spingeranno la Federal Reserve (Fed) statunitense a continuare la sua politica aggressiva di aumento dei tassi di interesse, nonostante il capo della banca centrale abbia recentemente accennato a Jerome Powell. rilassarsi sugli aumenti.

L’ultima informazione che ha preoccupato i commercianti sul pavimento a New York è stata l’indice dei prezzi alla produzione, che misura ciò che i fornitori addebitano alle imprese e ad altri clienti, che è aumentato dello 0,3% a novembre rispetto al mese precedente, ha annunciato questa mattina il dipartimento del lavoro.

Gli economisti intervistati dal Wall Street Journal hanno previsto che i prezzi dei fornitori statunitensi aumenteranno solo dello 0,2% a novembre.

Questi dati economici, insieme a un’economia forte, hanno sollevato preoccupazioni tra gli investitori che l’elevata inflazione costringerà la Fed a continuare ad alzare i tassi di interesse a livelli superiori alle attese.

“Ci aspettavamo che avremmo davvero bisogno di vedere l’inflazione scendere più vicino al tasso di interesse (tra il 3,75% e il 4%), affinché la Fed interrompesse i suoi aumenti”, ha affermato il chief investment officer. Di Homerich Berg, Stephanie Lang, citato da CNBC, riferendosi a tassi di inflazione molto elevati (7,7% a ottobre)

READ  L'OPEC+ cercherà di portare l'Iran in un accordo di fornitura di petrolio Secondo Reuters

jfu/fjo/cpy

� EFE 2022. La ridistribuzione e ridistribuzione di tutto o parte dei contenuti dei Servizi Efe è espressamente vietata, senza il previo ed espresso consenso di Agencia EFE SA