Maggio 25, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il Messico ha recuperato dall’Italia 43 siti archeologici

Il Messico ha recuperato dall’Italia 43 siti archeologici

Venerdì il governo messicano ha restituito 43 frammenti archeologici rimasti in Italia nel mezzo di una lotta dell’amministrazione di Andrés Manuel López Obrador per ripristinare il patrimonio del paese all’estero.

Il ministero della Cultura ha affermato in un comunicato che gli oggetti, risalenti al periodo preispanico tra il III e il VII secolo, sono stati recuperati e restituiti dal Comando Generale delle Armi dei Carabineros per preservare il patrimonio culturale. in Messico per via diplomatica.

Alejandra Frausto, responsabile del Portfolio Cultura, si è recata all’ambasciata messicana in Italia per festeggiare il ritorno, affermando in una cerimonia che il suo ritorno è stato uno “straordinario atto di generosità”.

“Oggi festeggiamo. Oggi l’amicizia tra Messico e Italia è coronata da una straordinaria generosità, 43 pezzi di storia messicana cominciano a tornare alle loro origini, 43 pezzi di culture antiche che sono l’essenza della grandezza del nostro Paese”, ha commentato.

Inoltre, ha difeso l’impegno e il rispetto del governo messicano per il patrimonio nazionale di fronte alle critiche sulla costruzione della Ferrovia Maya, che secondo gli attivisti influenzerebbe i beni archeologici del Messico meridionale.

Per volere di López Obrador, il governo messicano ha recuperato più di 9.000 pezzi di ciò che considera patrimonio nazionale dall’estero, poiché il presidente ha dato la priorità alla mossa da quando è entrato in carica nel dicembre 2018.

“In Messico, questo movimento ha acquisito una grande forza ed è fortemente promosso dal presidente Andrés Manuel López Obrador, che si chiama ‘Il mio patrimonio non è in vendita’”, ha detto Frazudo.

Il governo messicano ha represso le aste in città come New York, Parigi e Roma, dove è possibile acquistare beni rubati o oggetti del patrimonio messicano.

READ  La designer Emma Whitema e il suo viaggio da sogno attraverso l'Italia - People

Inoltre, si sono intensificate le richieste dei governi stranieri per il recupero di opere archeologiche e artistiche.

Questa pressione ha “sollevato la coscienza” di collezionisti, aziende private e cittadini in generale, inducendo molti paesi ad offrirsi volontari per riprendersi il patrimonio messicano in loro possesso.