Febbraio 1, 2023

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il ministro degli Esteri nicaraguense conclude la sua visita in Iran

Moncada ha tenuto il giorno prima un incontro con il presidente iraniano Seyyed Ebrahim Raisi, nel quale hanno convenuto di sottolineare il consolidamento dei rapporti bilaterali di fronte alle sanzioni imposte dal governo statunitense ai due Paesi.

Raisi ha descritto come buone le relazioni bilaterali e la cooperazione positiva e costruttiva tra le due parti nelle istituzioni e organizzazioni internazionali.

Durante l’incontro in una delle sale presidenziali, il ministro degli Esteri del Nicaragua ha evidenziato la resistenza dell’Iran alle pressioni e alle sanzioni statunitensi.

Ha anche tenuto un incontro con il presidente del parlamento Muhammad Baqer Qalibaf, e hanno chiesto di aprire la strada a una maggiore cooperazione in vari campi, come l’economia, l’agricoltura, l’energia e la tecnologia, mentre i due paesi sono ancora soggetti a sanzioni.

A conclusione dello scambio di opinioni, Baqir Qalibaf ha osservato che “gli americani vogliono i propri interessi e usano le sanzioni come leva contro qualsiasi paese che si opponga a loro e cercano sempre di interferire negli affari interni dei paesi rivoluzionari”.

Moncada, riferendosi all’Accordo di cooperazione globale firmato qui oggi con il suo omologo iraniano, Hossein Amir Abdullah, ha chiesto di accelerare e rafforzare la cooperazione commerciale ed economica tra i due Paesi.

Ha descritto la guerra antimperialista come il fondamento delle relazioni tra Iran e Nicaragua e ha sottolineato che i due paesi devono resistere in questo lungo processo antimperialista fino alla vittoria.

Il ministro nicaraguense ha sottolineato l’importanza di istituire un comitato economico congiunto tra Iran e Nicaragua e ha sottolineato che il suo Paese sta preparando la strada per tenere una riunione di questo comitato il prima possibile.

Teheran e Managua hanno mantenuto relazioni molto strette sin dalla vittoria della loro rivoluzione nel 1979.

READ  Più di 8.400 cubani hanno cercato asilo in Messico finora quest'anno

Entrambi i paesi, noti per le loro posizioni antiegemoniche e antimperialiste, sono stati oggetto di ingerenze e di un duro regime di sanzioni da parte degli Stati Uniti, motivo per cui stanno cercando di rafforzare ulteriormente le loro relazioni per neutralizzare tali misure.

g/anno