Dicembre 7, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il parlamento libanese non elegge il presidente | Notizia

Il parlamento libanese ha annunciato giovedì il fallimento del voto per la nomina del nuovo capo di Stato per la quinta volta, dopo la scadenza del mandato del presidente Michel Aoun, avvenuta il 31 ottobre.

Leggi anche:

Il presidente libanese firma le dimissioni del governo ad interim

Durante questo processo, il candidato più votato è stato Michel Moawad, con 44 candidature, per otto, dello storico Essam Djelef, e il voto ottenuto dall’ex ministro Ziad Baroud.

Tuttavia, almeno 47 parlamentari hanno votato in bianco, mentre il secondo turno è stato annullato per mancanza del quorum.



“La camera deve essere chiusa ei libanesi devono manifestare davanti al parlamento fino all’elezione del nuovo presidente”, ha affermato Elias Jaradi, membro del parlamento del blocco Cambio.

In questo senso, alcuni deputati si sono ritirati dalla Camera prima della seconda votazione, proprio come le precedenti quattro volte, tra le chiamate di più deputati a una seduta a tempo indeterminato fino all’elezione del nuovo presidente.

Si precisa che per essere eletto il presidente deve avere il sostegno dei due terzi dei membri della Camera dei Deputati, ovvero 86 parlamentari su 128, al primo turno oa maggioranza assoluta se si prendono più voti, in quanto previsto dall’articolo 49 della Costituzione libanese.

READ  Russia e Ucraina concludono il terzo round di negoziati: "Ci auguriamo che la prossima volta si possa fare un passo avanti più sostanziale"