Ottobre 16, 2021

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il presidente del Madrid afferma che gli indigeni sono il nuovo comunismo

Presidente della Comunità di Madrid, Isabel Diaz Ayuso, ha fatto una difesa chiusa di “Hispanidad” a New York e Accusato di “populismo e popolazioni indigene” Che, secondo lei, ha catturato molti paesi dell’America Latina.

“L’indigenismo è il nuovo comunismo”, dichiarato, per definire il movimento che mette in discussione l’eredità ispanica in America, un’eredità secondo la quale è “tra i più grandi monumenti della storia”, e che si caratterizza per “La fusione e la fusione di culture che ci hanno reso così potenti”In una dichiarazione rilasciata all’inizio del suo “tour” negli Stati Uniti.

“È una nuova leggenda nera che viene trasmessa”Si è lamentato e ha citato il presidente del Messico, Andres Manuel Lopez Obrador, che aspira a “Annulla l’eredità della Spagna e rafforza quella originale Per cui intende che i cittadini, attraverso rivoluzioni e disinformazione, si uniscano in un progetto che porterà solo più miseria e povertà».

capo madrileno, Uno dei principali sostenitori del Partito Popolare In Spagna e con crescente popolarità, si ritiene che In America questi movimenti indigeni stanno “crescendo in modo preoccupante”, che propone “una revisione manichea della storia e l’esplosione dell’eredità spagnola”.

Negli Stati Uniti, come in America Latina, è cresciuto negli ultimi anni Un chiaro revisionismo storico nella demolizione delle statue Questo è definito dall’interrogatorio di tutte le figure politiche dedicate che sono entrate nella storia dopo una repressione implacabile contro interi popoli o comunità, siano essi neri o nativi americani.

Anche nella linea ideologica, Ayuso lo considerava I “valori liberaldemocratici” che difendi Sono in contrasto con i modelli di Cuba, Venezuela o NicaraguaI paesi sono “sopraffatti dal populismo, con numeri inaccettabili di disoccupazione, rivolte ed esodo di cittadini”. Questi saranno i messaggi che trasmetterà domani nella comunità latina e poi a Washington prima del caucus.

Ma in realtà, Ayuso vuole anche capitalizzare l’idea ispanica di “attrarre talenti”, Ha citato studenti universitari, uomini d’affari e in particolare l’industria audiovisiva di lingua spagnola, i settori della musica e della televisione, rivendicando la leadership della regione di Madrid, osservando che il 45 percento della sua popolazione è nato al di fuori della società.

“Vogliamo attirare tutto quel talento e lo scopo del viaggio è: sentire che il Madrid è la loro casa e che hanno il coraggio di vivere con noi”.

Distrutto

READ  L'app spiega: perché Haiti è soggetta a terremoti devastanti?