Ottobre 6, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il presidente di Panama nomina una commissione per affrontare le rivendicazioni sociali

Dall’Hotel Coclé, il Presidente ha precisato che il vicepresidente della Repubblica, Jose Gabriel Carrizo, sarà il collegamento esecutivo con le organizzazioni che da 18 giorni protestano in piazza contro l’alto costo della vita.

Ha anche nominato il ministro del Lavoro e dello sviluppo del lavoro, Doris Zapata, per assumere la segreteria tecnica sulle otto questioni prioritarie che i manifestanti devono considerare, promettendo al contempo di fornire un sostegno illimitato al dialogo.

Il governatore ha inoltre annunciato di aver incaricato il capo del portafoglio Commercio e Industria, Federico Alfaro, di presentare al Consiglio dei ministri la prossima settimana l’abrogazione di due leggi a sostegno degli incentivi al turismo, per poi essere deferita all’Assemblea nazionale (Parlamento). consenso.

Le cosiddette Leggi 122 e 314 sono state criticate da esperti, e anche dagli stessi albergatori; e dalle organizzazioni di base perché non risolvono i problemi reali di quell’industria, inoltre, richiedono spese milionari dal bilancio solo a beneficio di cinque potenti gruppi economici.

Cortizo ha anche chiesto la revoca delle chiusure stradali che riguardano la distribuzione di cibo, i malati di cancro che hanno bisogno di cure e i piccoli produttori. “Non possiamo farci del male a vicenda”, ha sottolineato.

Il tavolo di dialogo è stato definitivamente installato nel Centro Cristo Sembrador della diocesi di Penonomé, a Coclé, con le parole dell’arcivescovo di Panama, monsignor José Domingo Ulloa, e di altri rappresentanti della Chiesa cattolica, che hanno svolto il ruolo di facilitatore di questi colloqui.

Il ministro Zapata ha accolto a sua volta questi sforzi di riconciliazione e ha affermato a nome del governo che condividono le preoccupazioni delle persone che manifestano nelle strade, che sono tutte membri di un paese nobile ma con enormi disparità, ha affermato.

READ  Defence of Humanity Network sostiene la resistenza popolare in Ecuador (+ foto)

Nel bel mezzo di uno scenario complesso in circa tre anni di questa amministrazione, ha detto, ci fidiamo del dialogo e ci impegniamo a trovare insieme soluzioni alle questioni prioritarie in agenda e ad andare alle comunità con risposte concrete dalla popolazione che ci si aspetta. Basato su una migliore qualità della vita.

Le prime discussioni si sono concentrate sugli aspetti metodologici in sede di ripresa punto per punto in plenaria, in primis riducendo e congelando i prezzi del paniere di base senza intaccare il prodotto.

Tra le altre questioni precedentemente fissate dalle organizzazioni sociali, spiccano i prezzi elevati di carburante, medicinali ed elettricità, nonché il fatto che almeno il 6,0 per cento del PIL è destinato al sistema educativo.

Valuteranno inoltre come risolvere i problemi legati all’istituzione del fondo di previdenza sociale senza privatizzazioni e come affrontare la corruzione. Hanno anche chiesto l’istituzione di tabelle intersettoriali e tabelle di follow-up per tutte queste questioni.

Giovedì, i leader dell’Alleanza popolare unita per la vita, i gruppi del distretto di Ngabe Bogli, i contadini e l’Alleanza nazionale degli organizzatori (Anadebo), sono stati raggiunti dai rappresentanti dell’Associazione degli insegnanti di Veragüenses.

Il giorno prima, il tavolo di dialogo è stato segnato dalla repressione delle unità di polizia contro i manifestanti nelle province di Veraguas e Panama orientale, nonché dalle violenze di persone esterne ai gruppi colpiti che hanno arrestato un carico umanitario in viaggio da Chiriqui alla capitale. Cibo, acqua, medicine, gas e carburante.

ja / ja