Dicembre 7, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il presidente egiziano chiede unità per affrontare il cambiamento climatico

Salutando i capi di Stato e di governo che partecipano alla 27a Conferenza delle Parti della Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (COP27), iniziata ieri in questa località costiera, il Presidente ha avvertito che le sfide climatiche stanno aumentando di giorno in giorno. Il Mar Rosso.

Se ci assumiamo tutti la responsabilità, possiamo raggiungere i nostri obiettivi”, ha affermato il presidente rivolgendosi a più di 100 personalità invitate.

Ha anche chiesto il rispetto dell’accordo di Parigi del 2015, che prevede di ridurre le emissioni di gas serra di due gradi, e se possibile di 1,5, e di fornire finanziamenti ai paesi in via di sviluppo per mitigare i problemi derivanti da questa frusta.

Il Presidente ha sottolineato la necessità di attenersi a quanto concordato sette anni fa, lontano dagli slogan.

Ha sottolineato che i nostri popoli si aspettano da noi passi concreti e tangibili per ridurre le emissioni di gas inquinanti, sviluppare la resilienza e fornire i finanziamenti necessari per i paesi più sofferenti.

Al-Sisi ha sottolineato che il riscaldamento globale e l’inquinamento stanno causando molti morti nel mondo e milioni di perdite economiche.

Ha avvertito che è giunto il momento di agire e non c’è posto dove tornare, perché la sfida climatica non si fermerà senza l’intervento unitario di tutti.

Per questo motivo, i negoziatori del governo hanno invitato i partecipanti all’evento a dar prova di flessibilità per portare avanti accordi e trattati che favoriscano la lotta a questo problema.

Ha concluso dicendo: vi invito ad andare avanti e non permettere a nessun fattore di limitare la nostra determinazione ad affrontare la sfida climatica, è tempo di agire e attuare.

Meme / rapina

READ  Il Nicaragua sostiene l'iniziativa di sviluppo globale della Cina (+ foto)