Giugno 28, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il presidente serbo avverte di un crollo che potrebbe portare a un conflitto USA-Russia

Il presidente serbo Aleksandar Vucic annunciare Sabato scorso, una guerra tra Stati Uniti e Russia avrebbe conseguenze disastrose per il mondo intero.

“Sì [la situación] fino a qualcosa tra americani e russi su scala globale, e [Occidente] impone sanzioni su tutto ciò che viene dalla Russia, Cosa faremo con petrolio e gas?Si è chiesto il presidente serbo in un’intervista al canale Tanjug. “Cosa accadrà sul mercato in quel preciso momento?”, ha detto Vucic. , che ha anche osservato che Cina, Stati Uniti, Russia, Ucraina e India sono i maggiori produttori di grano e mais.

Vucic ha spiegato che mentre la Serbia ha riserve di cibo, la quantità di carburante immagazzinata nel paese può durare circa un mese. Il presidente serbo ha indicato che le riserve del suo Paese ammontano attualmente a circa 110 milioni di metri cubi di gas.

“Se si riduce a questo, allora, penso, ci sarà Il crollo completo del mondo è vicino Come sappiamo”, ha detto il politico, anche se ha indicato di sperare che la situazione non si avvicini a un punto così critico.

Negli ultimi giorni sono aumentate le tensioni sull’Ucraina, mentre l’Occidente continua a mostrare preoccupazione per una possibile invasione russa del Paese vicino. Da parte sua, Mosca sottolinea che questo tipo di accuse può servire da “mascheramento” dei potenziali piani aggressivi di Kiev quando si tratta di risolvere la situazione nel Donbass con la forza.

Questo venerdì, ha iniziato a evacuazione I civili di Donetsk e Luhansk erano diretti in Russia prima Possibile attacco di Kiev. Secondo il leader di Donetsk Denis Pushlin, la situazione è critica e Kiev può lanciare un’offensiva su larga scala contro il Donbass in qualsiasi momento.

READ  Papa Francesco chiede la bellezza basata sulla diversità di ognuno

Intanto gli osservatori internazionali dell’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa hanno annunciato sabato che menzionato di totale 591 violazioni Cessate il fuoco nella regione di Donetsk, inclusi 553 attentati. Nel frattempo, nella regione di Lugansk sono state registrate 975 violazioni, di cui 860 scoppi. (Notizie RT)

a