Maggio 16, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il prezzo del nichel raggiunge il livello record di 100.000 dollari per tonnellata

Il prezzo del nichel per la prima volta supera i 100.000 dollari per tonnellata al London Metal Exchange, secondo quanto riportato da Russia Today.

La Russia rappresenta circa il 10% della produzione mondiale di nichel, che viene utilizzato per produrre acciaio inossidabile e batterie per auto elettriche, e rappresenta il 6% della produzione mondiale di alluminio utilizzato nei settori dei trasporti, dell’edilizia e dell’imballaggio.

Lo standard dell’alluminio al London Metal Exchange è sceso del 3,2% a $ 3725 la tonnellata in una giornata molto volatile, mentre il nichel è aumentato del 75% a $ 51.600 la tonnellata, dopo aver toccato in precedenza $ 51.800, il livello più alto da maggio 2007.

“Il nichel è già stato stretto e se un importante fornitore si ritira dal mercato, avrà un effetto a catena nel breve e medio termine”, ha affermato Kunal Sawhney, CEO di Calkin brokerage. “L’aumento dei prezzi aggiungerà ulteriore pressione sulla fornitura di nichel spot”.

Nel frattempo, la Borsa di New York ha chiuso in forte ribasso lunedì, quando il Congresso degli Stati Uniti ha preso in considerazione l’esclusione della Russia dall’Organizzazione mondiale del commercio, oltre a vietare l’importazione di prodotti petroliferi ed energetici russi negli Stati Uniti.

Gli indici Dow e Standard & Poor’s 500 hanno registrato i peggiori ribassi in più di un anno. L’S&P 500 è sceso di quasi il 3% a 4.201,09 punti, mentre il Dow Jones ha perso il 2,37% a 32.817,38 punti. Nel frattempo, il Nasdaq Composite Index, che include le più grandi società tecnologiche del mercato, ha registrato un calo del 3,62%, a 12830,96 punti.

(Con informazioni da RT e agenzie)