Aprile 24, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il ruolo del leader iraniano nell'asse della resistenza in Libano (+ foto)

Il ruolo del leader iraniano nell'asse della resistenza in Libano (+ foto)

In occasione del quarto anniversario dell’assassinio del martire della Forza Quds della Guardia rivoluzionaria iraniana, il leader di Hamas ha confermato che Soleimani ha portato avanti la causa palestinese in tutti i campi in cui ha operato.

Hamdan ha anche sottolineato, durante un evento nella città di Sidone, nel sud del paese, la leadership del vicepresidente delle Forze di mobilitazione popolari irachene, Abu Mahdi Al-Muhandis, a sostegno del popolo palestinese.

Riguardo allo svolgimento della battaglia, il rappresentante di Hamas ha sottolineato che Gaza ottiene la vittoria ogni giorno grazie alla fermezza del suo popolo e alla fermezza dei combattenti della resistenza.

Ha sottolineato, tra l'altro, che i movimenti combattenti palestinesi, dopo 87 giorni, stanno gestendo l'operazione Al-Aqsa Flood con tutta abilità e saggezza, a livello politico e sul campo.

Hamdan ha sottolineato che l'epopea non era solo per il bene di Gaza, ma per la liberazione della regione, e significava sostenere la resistenza in Libano, Yemen e Iraq.

In questa occasione, l’ambasciatore iraniano a Beirut, Mojtaba Amani, ha rivelato che contatti americani ed europei, da ultimo con il ministro degli Esteri britannico, hanno avuto luogo per impedire l’espansione della guerra.

A questo proposito, il diplomatico ha sottolineato che il genocidio testimoniato nella Striscia di Gaza conferma il pericolo rappresentato dall'entità israeliana per l'intera regione, ed ha espresso la sua fiducia nell'entrata nell'era della vittoria per gli oppressi.

Il comandante della Forza Quds delle Guardie Rivoluzionarie, generale Soleimani, e il vice comandante delle Forze di mobilitazione popolare, Abu Mahdi al-Muhandis, sono stati uccisi il 3 gennaio 2020, in un attacco aereo vicino all'aeroporto internazionale di Baghdad autorizzato dall'Iran. L’allora presidente degli Stati Uniti, Donald Trump.

READ  In Costa Rica sono aumentati i casi, i ricoveri e i decessi per Covid-19

M/AA