Dicembre 9, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il suo nuovo mega parco sarà in grado di rifornire tutta la Norvegia

Situata nel sud della Cina, nella provincia del Guangdong, Chaozhou è una destinazione popolare tra i fan del gigante asiatico per i suoi monumenti e il suo patrimonio, che includono templi, edifici antichi e persino un faro. Tra qualche anno potrebbe essere anche per chi ha voglia di energia.

La città si è distinta nel suo piano quinquennale obiettivo ambizioso, sostanzialmente in linea con altre grandi infrastrutture sparse sul territorio. Le autorità hanno proposto la creazione di un potente parco eolico offshore 43,3 gigawatt (GW), più di una grande forza. Tanto –Minuto Bloomberg– che può rifornire la Norvegia, oltre i suoi confini capacità installata Nel 2021. I dati sono vicini allo stesso valore registrato in altri paesi, come Argentina anche Polonia.

L’infrastruttura sarà costruita tra 75 e 185 chilometri dalla costa, a Stretto di TaiwanLe autorità del Gunagdong intendono non aspettare troppo per iniziare i lavori. Vogliono avviarli prima del 2025. Al momento questo è già mostrato nei file piano quinquennale.

Spinta muscolare attiva

A suo favore, il parco marino avrà il terreno e i forti venti della zona. Secondo i dati compilato da BloombergSecondo i promotori del progetto, i venti guideranno le turbine tra le 3.800 e le 4.300 ore all’anno, una velocità più che accettabile per l’industria. tra il 43 e il 49%. Ciò che non viene identificato al momento sono i costi.

euronews con precisione Il parco eolico sarà lungo 10 chilometri e, se diventerà realtà, supererà il potente eolico Jiuquan, sempre in Cina e con una capacità di 20 gigawatt. I suoi calcoli indicano che la nuova installazione del colosso asiatico potrebbe alimentare 4.300 milioni di luci a LED, ovvero circa 13 milioni di case.

READ  Hyatt Combra Apple Leisure Group da 2.300 milioni di euro

Il progetto eolico di Chaozhou si distingue per dimensioni e capacità di generazione di energia, ma non è l’unico di questo calibro nel colosso asiatico, che da anni si pone l’obiettivo di raggiungere l’obiettivo di diventare Carbon neutral nel 2060.

“Dobbiamo accelerare la trasformazione ambientale, implementare strategie di conservazione complete, sviluppare industrie verdi ea basse emissioni di carbonio, promuovere il consumo verde e migliorare i metodi di produzione e gli stili di vita. poco contenuto di carbone“, Xi Jinping ha sottolineato giorni fa.

Già nel 2021 il Paese 16,9 gigawatt aggiunti Nelle turbine marine, è riuscita a diventare giocatore chiave energia eolica offshore e trasformazione [potentes turbinas](C:\Utenti\PC PREGO\Desktop\Textos\i) che è prominente nella regione dell’Asia del Pacifico. Sul tavolo, ha anche altri progetti traforati, come Cresciuto nel Fujian.

Foto di copertina: Lars Blumann (Flickr)