Dicembre 2, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il team di Lula chiede al governo Bolsonaro di pubblicare i dati sulla deforestazione

Questo contenuto è stato pubblicato il 14 nov 2022 – 19:34

SAN PAOLO, 14 novembre (EFE). – Il team di transizione del presidente eletto del Brasile, Luiz Inacio Lula da Silva, lunedì ha chiesto al governo di Jair Bolsonaro di pubblicare i dati annuali sulla deforestazione per l’Amazzonia e altri biomi nel paese.

“L’informazione è che questi numeri ci sono e devono essere comunicati” per “prendere le misure necessarie” in futuro, ha detto il vicepresidente eletto Geraldo Alcmene, coordinatore della transizione, in una conferenza stampa. a San Paolo.

Questa richiesta arriva in un momento in cui Lula è in viaggio in Egitto per partecipare alla Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (COP27), in quello che sarà il suo primo viaggio internazionale da quando ha vinto le elezioni presidenziali del 30 ottobre.

In particolare, il team di Lula ha richiesto rapporti di dati completi dal sistema di monitoraggio satellitare PRODES in Amazzonia e Cerrado, savane nel Brasile centrale, per il periodo da agosto 2021 a luglio 2022.

Alcmene ha indirizzato nominalmente la sua petizione al ministro della Presidenza, Ciro Nogueira, e all’Istituto nazionale per la ricerca spaziale (INPE, per il suo acronimo portoghese), l’organismo ufficiale responsabile della pubblicazione dei dati sulla deforestazione, che ha raggiunto livelli record durante il mandato di Bolsonaro.

Ha sottolineato che si tratta di una “grande preoccupazione” perché “la deforestazione da sola è responsabile di quasi il 50% delle emissioni di carbonio” in Brasile, il che è “molto grave”.

Alcmene ha insistito sul fatto che durante l’ultima campagna elettorale Lula ha chiarito il suo impegno per la tutela dell’ambiente e tra le azioni che avrebbe intrapreso una volta al potere c’era quella di “ripristinare” gli organismi di controllo ambientale “licenziati” dall’attuale amministrazione.

READ  Dicono in Russia che gli Stati Uniti cercano di trasformare l'Ucraina nella sua colonia

“Ci sarà uno sforzo molto grande per il Brasile per essere un grande leader e campione in materia” di lotta alla crisi climatica, ha sottolineato.

Da parte sua, l’ex ministro Aloisio Mercadante, altra figura chiave della squadra di transizione di Lula, ha osservato che quando il nuovo governo salirà al potere, Germania e Norvegia promettono di sbloccare automaticamente le risorse del fondo Amazon, che sono state paralizzate da quando Bolsonaro era al potere . .

Si stima che queste risorse, che finanziano progetti di conservazione nella foresta pluviale amazzonica, ammontino a 3.000 milioni di reais (circa 565 milioni di dollari).

Allo stesso modo, la squadra di transizione del presidente eletto del Brasile ha indicato che sta cercando di riorganizzare alcune linee del bilancio federale 2023 per assegnarlo all’ecoregione. EFE

cm/m/c

� EFE 2022. La ridistribuzione e ridistribuzione di tutto o parte dei contenuti dei Servizi EFE è espressamente vietata, senza il previo ed espresso consenso di Agencia EFE SA