Gennaio 16, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il valore delle case in affitto è aumentato del 6% nell’ultimo anno | comp

Gli asset logistici e le case in affitto sono alcune delle tipologie immobiliari più apprezzate quest’anno dagli investitori, secondo uno studio della società di consulenza immobiliare CBRE. Prezzi e asset degli edifici per uffici Al dettaglioAl contrario, sono quelli che hanno avuto il comportamento peggiore e non si stanno ancora riprendendo dagli effetti della pandemia di COVID-19.

Le abitazioni saranno chiuse al canone pubblico con una rivalutazione annua prossima al 6%, secondo le stime CBRE. “Il prodotto residenziale continuerà a essere uno degli asset più importanti nei portafogli degli investitori”, prevede Fernando Fuentes, direttore dei servizi di valutazione e consulenza di CBRE. Per ottenere questi dati, la società di consulenza analizza le piattaforme di investimento create negli ultimi anni in Spagna (strumenti di investimento, Socimis o società per azioni). Si tratta di complessi di appartamenti in affitto. Sono esclusi gli affitti microresidenziali e individuali da investitori privati.

Ci sono molte aziende che scommettono su questo settore, come Neinor, Grupo Lar (con Primonial), Kronos (con Nuveen Fund), Ares, Axa, Lazora (con CBRE IM come investitore) o Testa (Blackstone), tra le altre.

Per quanto riguarda la consulenza, il prodotto della locazione residenziale si è affermato come uno dei principali driver del settore nel 2021, a causa della forte domanda a fronte della mancanza di risparmi per accedere al mutuo e della professionalizzazione e ingresso di importanti investitori in questo settore nel mercato, finora poco è stato sviluppato dalle aziende.

In ogni caso, la logistica resta il prodotto più di tendenza per gli investitori, facendo rivalutare il 18% delle navi a Madrid nel 2021 e oltre il 13% in Catalogna.

READ  L'acquisto di Glovo renderà Delivery Hero redditizio nel 2022 | comp

“Il mercato della logistica rimane il principale attore del mercato immobiliare spagnolo”, afferma Fuentes. Aggiunge: “Comprendiamo che la significativa liquidità del mercato continuerà a fare pressione sui ritorni a livelli non precedentemente registrati nel nostro mercato”.

Per quanto riguarda i terreni, materia prima per gli sviluppatori, i calcoli riflettono una ripresa dei prezzi a Madrid e Barcellona, ​​dopo cali vicini al 10% nell’ultimo anno a causa della crisi pandemica. Tuttavia, in zone come il Levante, gli importi sono ancora inferiori del 7,3% rispetto al quarto trimestre del 2019, del 6,65% nel nord della penisola e del 9,6% in meno sulla Costa del Sol.

Negli uffici i prezzi non sono ancora rimbalzati dai livelli pre-pandemia, perché anche nelle principali aree di Madrid e Barcellona le valutazioni sono state inferiori dell’1,44%, più basse del 5,48% nelle zone secondarie, con un calo del 10,67% nelle località periferiche . Per l’esperto CBRE, “Stiamo assistendo a un momento di rivitalizzazione nel mercato degli affitti per uffici, quindi comprendiamo che gli affitti inizieranno a riflettere questa maggiore attività”.

Per quanto riguarda gli alberghi, quest’anno il valore degli affitti per le vacanze è migliorato dell’8% e gli affitti urbani del 7%. In ogni caso, la valutazione di queste attività è ancora inferiore del 4% rispetto al periodo pre-pandemia.

L’epidemia continua a colpire la vendita al dettaglio

L’adeguamento annuo del valore dei centri commerciali ubicati in aree secondarie potrà superare un decremento del 5,5%, mentre il decremento del valore dei beni immobili sarà dello 0,5%. “L’epidemia ha aumentato la differenza tra i centri commerciali Presidente e liceo”, secondo Fernando Fuentes, di CBRE.

Se c’è un negozio nelle zone migliori, oppure Strada principale Nel gergo di settore, le aspettative sono per un leggero calo annuo dello 0,35% a Barcellona e il mantenimento dei prezzi a Madrid.

READ  Le principali banche cilene hanno trascorso agosto con guadagni in crescita