Dicembre 3, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il Venezuela dichiara lutto nazionale per le vittime della frana a Las Tijerias, Aragua

Presidente VenezuelaE il Nicola MaduroÈ stato rilasciato questa domenica Tre giorni di lutto nazionale Dopo aver confermato la morte di 22 persone e la scomparsa di altre 52 Tejerasstato di Aragua (Nord), a causa di una frana su larga scala avvenuta sabato notte e causata dalle piogge dei giorni scorsi.

Allo stesso modo, il presidente ha deciso di proclamare il nome Zona del disastro S Disastro naturale Nelle comunità che compongono Las Tejerías, epicentro di frane e inondazioni, che dovrebbero rafforzare le misure di recupero.

Stamattina lo stesso presidente ha indicato che il suo governo dovrebbe occuparsi dell’emergenza causata dalle piogge, per cui ha chiesto al suo gabinetto, così come a tutte le agenzie di sicurezza, “la massima diffusione di un’assistenza globale per la popolazione”. .

Da quel momento il presidente venezuelano ha definito “difficile e dolorosa” la situazione lasciata dalle piogge e per questo ha ordinato al vicepresidente Delcy Rodriguez di guidare una squadra ministeriale per affrontarla.

Proprio domenica pomeriggio Delcy Rodríguez, giunto a Las Tejerías per valutare i danni causati dalle incessanti piogge verificatesi nel comune di Santiago Marino, ha confermato che almeno 22 persone erano morte e 52 erano ancora disperse.

Il ministro della Difesa, Vladimir Padrino, ha confermato che “su istruzione del nostro comandante in capo, Nicolas Maduro, il Comando per le operazioni strategiche ha schierato uomini, truppe, sanitari, comunicazioni, ispezioni, rimozioni, ecc., sul luogo del danno in coordinamento con gli altri servizi di sicurezza dei cittadini”.

Nel frattempo, il vicepresidente di settore Remigio Ceballos Echao ha annunciato l’attivazione del Centro di coordinamento e controllo emergenze e disastri per aiutare le famiglie colpite. Ha sottolineato che “sono stati attivati ​​tre rifugi e un centro di raccolta per garantire cibo, medicine, attrezzature e cure mediche”.

READ  Castello Elmina

Il Ministro dell’Interno ha inoltre sottolineato che “è stato attivato il Sistema nazionale di rischio con 1.200 vigili del fuoco, protezione civile e agenti di polizia, insieme alle Forze armate nazionali bolivariane (Fanb), per far fronte alle emergenze e ai disastri causati dalle forti piogge del passato . 24 ore, continuiamo a diffonderci.”