Dicembre 4, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

In Brasile inizia il passaggio dal governo di Bolsonaro a quello di Lula

“Il lavoro del nostro team sarà guidato da principi di interesse pubblico, collaborazione, trasparenza, pianificazione, agilità e continuità dei servizi”, ha scritto Alckmin sul social network Twitter, dove ha anche ringraziato Lula per la sua fiducia.

La stampa ha affermato che la prima manifestazione del leader di estrema destra Jair Bolsonaro, dopo aver perso le elezioni di domenica, ha ridotto l’incertezza sulla transizione.

Lo ha affermato il presidente del Consiglio della Casa Civile, Ciro Nogueira, dopo la breve dichiarazione resa lo scorso martedì dall’ex capo militare.

Secondo Nogueira, il capo di stato ad interim ha autorizzato l’avvio del processo, un punto che il mercato ha seguito da vicino.

L’organo coordinato da Alckmin può contenere fino a 50 membri, nominati e incaricati dalla Casa Civica.

Questo gruppo deve avere familiarità con il lavoro degli organi e degli enti della pubblica amministrazione ed essere in grado di richiedere dati su conti pubblici, programmi e progetti del governo federale.

Inoltre, deve dirigere i primi affari del presidente eletto e può esercitare le funzioni fino a 10 giorni dopo l’inaugurazione, prevista per il 1° gennaio 2023.

Il processo in Brasile è iniziato da quando Fernando Henrique Cardoso ha cambiato il primo mandato di Lula nel 2003.

Quando avvenne il passaggio tra Bolsonaro e Michel Temer, nel 2018, furono assegnati 27 nomi alla squadra di transizione, all’epoca guidata dall’allora deputato federale e candidato sconfitto al governo del Rio Grande do Sul, Onix Lorenzoni.

Quest’anno, anche un collegio della Corte dei conti dell’Unione deve seguire questo processo. Un incontro per la carica è stato annunciato per il 31 ottobre e sarà coordinato dall’attuale presidente di quel tribunale, Bruno Dantas.

READ  USCIS annuncia il cambiamento della regola dei 60 giorni - Telemundo Bay Area 48

Nel primo turno di votazioni del 2 ottobre, il candidato al potere del Partito laburista ha ottenuto il 48,43 per cento dei voti validi, mentre Bolsonaro, che aveva agognato la rielezione dal Partito liberale, ha ricevuto il 43,20 per cento.

Poiché nessuno dei politici ha ottenuto la maggioranza assoluta dei voti in quella causa, cioè più della metà dei voti validi (esclusi i voti nulli), come specificato nella legislazione da eleggere, si sono opposti al ballottaggio.

In un modo molto vicino, l’ex soldato meccanizzato ha nuovamente trionfato nel secondo turno il 30 ottobre del 50,90 percento rispetto al 49,10 del precedente paracadutista.

jha / ocs