domenica, Giugno 16, 2024

Top 5 This Week

Related Posts

In Italia sono state sviluppate neuroprotesi in grado di catturare le emozioni

La ricercatrice Anna Maria Cochlite, esperta del Dipartimento di Fisica dell’Università di Bari, città nel sud della Puglia, ha dichiarato in un rapporto pubblicato sul sito digitale Fanpage che l’obiettivo è quello di creare organi artificiali. Sensori indossabili che recuperano l’elemento umano, il tatto.

Un progetto avviato nel 2016 dal Dipartimento di Fisica dell’Università dell’Alto Moro è quello di ripristinare il senso del tatto con piccoli impulsi elettrici, così “la persona che ha una di queste protesi può sentire il proprio tocco”, ha detto Coglight. e il Politecnico di Barry.

“Le neuroprotesi esistono già, ma chi le indossa non è in grado di sentire il caldo, il freddo, l’umidità, la secchezza o la rigidità” e “al momento i pazienti possono spostare la protesi, ma non avvertono alcuna differenza se tengono in mano una tazza di tè caldo o un drink in mano”, ha detto l’esperto.

Nuove neuroprotesi potrebbero essere collegate al sistema nervoso, quindi agire sul midollo spinale con la stimolazione elettrica e, rivestendole di sensori, ripristinare il senso del tatto, anche se questa è solo una delle possibili applicazioni di questo tipo di ricerca. Lui ha spiegato.

Tra le altre possibilità, questa tecnologia potrebbe monitorare le attività sportive fornendo informazioni sull’idratazione, sulla frequenza cardiaca o sui cambiamenti di temperatura degli atleti.

Sono composti da due materiali, uno che cambia forma a seconda dell’umidità e della temperatura e l’altro che genera elettricità quando deformato dalla pressione, e combinando i due è possibile rilevare tre impulsi contemporaneamente, una semplificazione che permette di miniaturizzare il dispositivo .

“Disponiamo già di sensori portatili ed è ora di trovarne un utilizzo con un prototipo che funzioni nel suo ambiente specifico”, ha detto l’esperto, sottolineando che c’è ancora molto lavoro da fare per migliorarli. La loro vita utile e il loro sistema di trasmissione dei dati si aggiungono alle prove.

READ  In Italia non sparano solo sui radar, sparano su di loro

ro/ort

Aldobrandino Golino
Aldobrandino Golino
"Studente di social media. Appassionato di viaggi. Fanatico del cibo. Giocatore pluripremiato. Studente freelance. Introverso professionista."

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Popular Articles