Ottobre 19, 2021

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Incertezza NBA per i giocatori di inizio stagione non vaccinati | Altri sport | Gli sport

Si stima che circa il 90% dei giocatori di basket sia stato vaccinato e il focus sia su diverse personalità.

Agenzia di stampa Francia

Le squadre NBA sono state presentate ai media lunedì in una giornata caratterizzata dall’incertezza sui giocatori che hanno rifiutato di essere vaccinati contro il COVID-19.

Si stima che circa il 90% dei giocatori sia stato immunizzato prima dell’inizio della stagione preliminare questo martedì e si concentri su diversi numeri, Come Andrew Wiggins (Golden State Warriors), che al momento ha evitato il vaccino e può essere rimosso da alcuni giochi.

Altre stelle sotto i riflettori includono il talentuoso e controverso portiere Keri Irving, la cui principale assenza dalla presentazione dei Brooklyn Nets è stata uno dei migliori contendenti sul ring.

Secondo il mezzo digitale l’atletaIrving non ha potuto partecipare personalmente alla chiamata Giornata dei media (Media Day) a causa dei protocolli di New York contro la pandemia di COVID-19.

Base, una delle tre stelle della squadra insieme a Kevin Durant e James Harden, è intervenuto in giornata con una video conferenza stampa in cui si è rifiutato di confermare se avesse ricevuto il vaccino e anche di chiarire la sua posizione in merito, Chiediamo il rispetto della tua privacy.

L’assenza di Irving ha sollevato dubbi sul fatto che consentirà al sette volte portiere All-Star di competere nelle partite casalinghe della sua squadra nella stagione che inizia il 19 ottobre.

“Ovviamente non posso essere lì oggi, Ma ciò non significa che mi porrò delle restrizioni in futuro in modo da poter entrare a far parte della squadraIrving ha detto in una videoconferenza.

READ  Atletica: Sivan Hasan non riesce a battere 5000 . record mondiale

Il portiere 29enne ha rifiutato di rispondere alle domande sulla sua posizione sul vaccino contro il coronavirus e sulla sua futura disponibilità sui Nets nelle partite casalinghe.

“Vorrei mantenere queste cose private, gestirle nel modo giusto con la mia squadra e andare avanti con un piano insieme”, ha detto Irving. Tutto verrà rilasciato a tempo debito”.

rivista la scorsa settimana roccia rotolante Ha pubblicato un articolo sullo stato delle vaccinazioni in NBA ed è stimato secondo le fonti anonime della Lega, Che tra 50 e 60 giocatori non hanno ricevuto alcuna dose.

L’articolo ha anche notato che Irving, un vicepresidente della NBA Players Association, si è registrato con Come (Mi piace) Instagram pubblica un avviso di cospirazioni diaboliche sulla somministrazione di vaccini ai neri per controllarli con un grande computer.

Wiggins e Bill sono tra i non vaccinati

Oltre a New York, la città di San Francisco (California) richiede agli atleti professionisti di mostrare prove di vaccinazione per competere in luoghi al chiuso.

Data questa regola, il canadese Andrew Wiggins, attaccante dei Warriors, Ha chiesto un’esenzione per motivi religiosi in modo da poter giocare nel reparto della sua squadra a San Francisco senza essere vaccinato, ma l’NBA ha rifiutato la richiesta..

E lunedì anche Wiggins ha chiesto il rispetto della sua posizione.

“Voglio mantenere confidenziale tutto ciò che riguarda le mie condizioni e le mie vaccinazioni”, ha detto il 26enne.

La mia posizione “non è comoda. Mi fido delle mie convinzioni e di ciò che credo sia giusto e di ciò che è sbagliatoHa detto Wiggins, che ha confermato di avere “l’amore e il sostegno” dei suoi colleghi.

READ  Gustavo Alvaro ha diverse alternative offensive per affrontare il Paraguay

Da parte sua, Stephen Curry, la star dei Warriors, ha detto che la decisione di vaccinare spetta a Wiggins, ma ha sottolineato che la squadra spera di ottenerla all’inizio della stagione.

“Speriamo che sia disponibile. Ci auguriamo che tu stia andando nella giusta direzione e che tu abbia le informazioni giuste‘, ha affermato. ‘Ovviamente ho (il vaccino) e sono pronto per essere disponibile.’

Una delle stelle NBA che lunedì ha riferito di non essere stata vaccinata è la guardia dei Washington Wizards Bradley Beal, che ha già contratto l’infezione da coronavirus che lo ha separato all’ultimo minuto delle Olimpiadi di Tokyo 2020.

È una decisione personale per ciascuno e capisco entrambe le partiHa detto Bell. “L’ho avuto e ciò non significa che non posso ottenerlo di nuovo, e non è diverso da qualcuno che ha il vaccino”.

D’altra parte, diverse stelle hanno confermato lunedì di aver ricevuto il vaccino, tra cui il greco Giannis Antetokounmo, il leader degli attuali campioni, i Milwaukee Bucks, e il francese Rudy Gobert (Utah Jazz), che è il primo giocatore in l’NBA per testare un risultato positivo per il campione in carica. l’anno scorso. (Dottoressa)