Febbraio 25, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Indagine sul caso di brutalità della polizia contro la stampa ad Haiti

Indagine sul caso di brutalità della polizia contro la stampa ad Haiti

Questa istituzione è stata convocata dai membri del sindacato per chiedere giustizia per il giornalista Jean-Marc Jean, che ha perso un occhio dopo essere stato colpito al volto da un lacrimogeno giovedì 8 febbraio.

Il commissario della suddetta entità, Gary Desrosiers, ha visitato il giornalista all'ospedale universitario governativo di Haiti per accertare la gravità della vittima.

Ha parlato con la madre di Jean-Marc Jean e con i suoi familiari e ha promesso di seguire il caso e chiarire l'incidente affinché possa essere fatta giustizia.

Da parte sua, Radio UNI FM ha condannato la brutalità della polizia contro il suo corrispondente a Cap-Haitien, Louv Markende Paul.

Il giornalista è stato vittima di aggressioni fisiche il 7 febbraio 2024 da parte di un agente dell'Ufficio antidroga, mentre seguiva una manifestazione antigovernativa.

Come risultato di questa brutalità della polizia, la sua attrezzatura di lavoro è stata danneggiata.

UNI FM Radio ha esortato i giornalisti a prestare attenzione nelle strade quando svolgono il loro lavoro e a non cedere alle atrocità commesse da professionisti dell'informazione predatori e nostalgici antidemocratici.

Secondo il quotidiano “Le Factor Haiti”, numerosi corrispondenti dei media elettronici e tradizionali sono stati vittime di violazioni nell'esercizio delle loro funzioni durante i recenti movimenti popolari per chiedere le dimissioni del primo ministro de facto Ariel Henry.

Mim/Joe

READ  Un anno di alti e bassi nella politica britannica