Ottobre 6, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

India e Cina tengono un altro round di dialogo militare

NUOVA DELHI, 14 luglio (Principe Latina) I massimi leader militari di India e Cina terranno colloqui a livello di comandante di corpo il 17 luglio, in un altro tentativo di allentare le tensioni al confine in Himalaya, ha riferito oggi.

Gli eserciti di entrambi i paesi sono ancora coinvolti in una situazione di stallo che ha avuto origine nel maggio 2020 nello stato indiano orientale del Ladakh nella regione del Kashmir.

I due paesi hanno condotto diversi cicli di dialogo a livello diplomatico, militare e politico, a seguito dei quali è stato ottenuto un parziale ritiro delle loro forze da alcuni punti di attrito, e ora stanno cercando una soluzione completa alla questione.

Le parti hanno ritirato le loro forze e mezzi di combattimento dalla valle di Galwan, dal lago Pangong e dalla regione di Gogra – Hot Springs, ma avevano ancora circa 60mila soldati schierati nella regione del Ladakh, oltre ad armi avanzate.

Durante il 16° round di colloqui, le due parti discuteranno di un ulteriore distanziamento lungo la cosiddetta Line of Actual Control, che funge da confine temporaneo tra India e Cina.

Secondo il sito web del Financial Express, i colloqui di domenica si svolgeranno sul lato cinese del confine nella città di Moldo, dove il tenente generale A. Sengupta guida la delegazione indiana all’incontro.

Il precedente quindicesimo round di dialogo militare su questo tema si è svolto l’11 marzo.

All’inizio di questo mese, il ministro degli Esteri indiano Subrahmanyam Jaishankar e il ministro degli Esteri cinese Wang Yi si sono incontrati a margine della riunione dei ministri degli Esteri del G20 a Bali, in Indonesia.

READ  Il Nicaragua richiede rapporti credibili sui diritti umani dall'Organizzazione degli Stati americani

Il capo della diplomazia indiana, nell’incontro con il suo omologo cinese, ha sottolineato la necessità di mantenere lo slancio per completare il ritiro militare e ripristinare la pace e la calma nelle aree di confine.

ji/abm