Novembre 28, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Ineos, trazione integrale pura elettrica: le tre chiavi del nuovo gioco britannico

INEOS è stata responsabile di dare una ventata di aria fresca al settore del fuoristrada pulito e senza pretese, poiché ci sono sempre meno opzioni a causa dell’onda abrasiva dei SUV. Il Granatiere è diventato il primogenito dell’azienda inglese, ma fortunatamente per gli appassionati di SUV la stirpe continuerà. Ineos ha confermato l’arrivo di un secondo modello più piccolo con tre interruttori a chiave: sarà elettrico, sarà 4×4 puro e sarà INEOS.

A seconda di come la guardi, può essere un’ottima notizia, o una buona e una cattiva notizia allo stesso tempo, dal momento che ci sono molte macchine per il traino di auto elettriche là fuori. Tuttavia, INEOS ha visto un futuro nel settore dei SUV elettriciche alcuni marchi stanno già scavalcando, soprattutto attraverso lo stagno, dove il GMC Hummer, Rivian RT1 e Ford F-150 Lightning lo superano.

Ci sarà un secondo INEOS e sarà elettrico al 100%.

Ciò significa che, non senza il serio lavoro che attende durante lo sviluppo di Grenadier, INEOS osa ampliare la famiglia utilizzando questo sistema binomiale più complesso.. Alla difficoltà di sviluppare una strada accidentata pura e impegnativa, si aggiunge il fatto che è 100% elettrica, il che significa maggiore peso e preoccupazione per un’autonomia sufficientemente ampia da lasciare l’asfalto per un periodo di tempo prolungato.

Per ora il marchio inglese ha parlato di questo SUV futuristico, ma sappiamo che sarà sviluppato con una piattaforma completamente nuova.. È stato anche confermato che questa seconda progenie sarebbe stata più piccola del Granatiere, rendendolo più compatto ma altrettanto efficace fuoristrada, che è una delle costanti di Ineos.

READ  L'arrampicata non si ferma mai

Ciò significa che vedremo sicuramente alcune delle funzioni diventare più comuni nei primi SUV elettrici.come la sterzata stessa o diversi modi di muovere le ruote che aiutano a mantenere le ruote in ottime condizioni e ad uscire da situazioni difficili sull’asfalto.

Ma come sarebbe possibile? Grazie principalmente alla presenza di quattro motori elettrici distribuiti sulle quattro ruote. Ciò renderà ogni ruota della futura ruota elettrica INEOS dotata di potenza, la capacità di generare curve inimmaginabili in un’auto a combustione convenzionale e questo ha molto senso in un veicolo elettrico con capacità di trazione integrale come quella che avrà questo.

Tuttavia, INEOS porta altre buone notizie sotto il braccio, poiché la sua auto elettrica non sarà l’unica novità ad arrivare nei prossimi anni. Nello specifico, il brand ha confermato che presto arriverà una versione pickup del Grenadier, oltre a versioni alimentate a batterie a idrogeno, fonte di alimentazione a cui il brand è fermamente impegnato..