Giugno 28, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Inghilterra | Newcastle cambia faccia al Primo Ministro

Sono finiti i giorni di pioggia a St James’ Park, o almeno le facce cattive. Da quando il principe ereditario saudita Mohammed bin Salman ha acquistato il Newcastle – accusato di voler lavare la sua immagine con questo processo – la squadra inglese ha fatto un viaggio nella Premier League inglese, Hanno flirtato con la retrocessione solo pochi mesi fa, ma ora stanno sconfiggendo grandi squadre come l’Arsenal con il potere.

La vittoria per 2-0 contro la squadra di Mikel Arteta lunedì è stata l’ultima testimonianza della forza del Newcastle, non solo finanziariamente, ma anche sportivamente. Un cambio di rotta è inspiegabile senza che Eddie Howe arrivi sul sedile dei Magpiesche nella seconda parte della stagione ha migliorato notevolmente il proprio stile di gioco, è diventato più coraggioso e allegro.

così è, L’ex allenatore del Bournemouth, nominato miglior allenatore della stagione in Premier Leagueha cercato di mantenere solido il Newcastle in difesa aggiungendo una proposta più creativa in attacco: i lanci lunghi sono passati dall’essere l’unico strumento a disposizione a una delle tante opzioni per la squadra inglese, che ha beneficiato dell’arrivo di giocatori con un migliore posizione.

È il caso di Bruno Guimaraes, arrivato in inverno per 42 milioni di euro ed è già uno dei protagonisti del progetto di Howe, profondamente attratto dalla capacità del brasiliano di raccogliere e tenere palla. Due chiavi in ​​questa nuova città di Newcastle, testimone del meraviglioso mese di febbraio di Kieran Trippier.

Con sorpresa di molti tifosi, anche quest’inverno il terzino destro inglese ha sostituito l’Atletico Madrid per 12 milioni e, nonostante i dubbi iniziali, Trippier ha pareggiato quattro grandi giochi che hanno premiato di nuovo le ali di gazza E gli servirono per prendere il distintivo del capitano Sorprendentemente all’inizio contro l’Aston Villa, contro la quale ha segnato un superbo gol su punizione.

Tuttavia, la storia ha preso una svolta lo stesso giorno e, poco dopo aver segnato il suo gol, Trippier si è rotto il quinto metatarso del piede. Un grave infortunio lo ha tenuto fuori dai giochi negli ultimi tre mesi, ma non ha influenzato molto il Newcastle e ha continuato la sua serie di vittorie ed è riuscita a uscire dal fondo della classifica.

Pertanto, la squadra di Howe è attualmente 12a nella classifica della Premier League inglese con 46 punti, 12 punti dietro il Manchester United. “Se Howe fosse arrivato un mese fa, il Newcastle sarebbe stato nelle posizioni europee”I tifosi inglesi hanno sospirato ieri, sempre più entusiasti della loro squadra e dei loro giocatori.

Fair play finanziario, fattore condizionante

In attesa di nuove entrate nel mercato estivo, lo stesso Howe ha chiarito che il controllo dell’economia da parte della UEFA sarà un ostacolo ai suoi interessi. “Il fair play finanziario ha un impatto su ciò che possiamo fare in estate. Il boss del Newcastle ha ammesso la scorsa settimana che non è un’opzione cambiare completamente la squadra”, che allo stesso tempo gode di altri guerrieri di alto rango come il portiere Alex Duvrabka o l’ala Allan Saint-Maximin.