Maggio 22, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Inizia il “Wet Rehearsal” della missione spaziale Artemis I sulla Luna

Questo contenuto è stato pubblicato il 18 mar 2022 – 16:02

Miami (USA), 18 marzo (EFE). – Il razzo SLS e la capsula Orion, che trasporteranno gli astronauti della NASA sulla Luna, sono arrivati ​​venerdì al Launch Pad 39B dal Kennedy Space Center (Florida). Subirà una serie di test prima che la missione Artemis I inizi nei prossimi mesi.

Secondo l’agenzia spaziale statunitense, il trasferimento delle due navi, che insieme misuravano 101,2 metri e pesavano più di 2,6 tonnellate, dal centro di assemblaggio alla piattaforma, distante 6,7 chilometri, si è concluso dopo 10 ore e 28 minuti.

Ora, quella che è nota come “prova sul bagnato” inizierà a controllare i sistemi, caricare i serbatoi di carburante per i quattro motori del razzo e praticare il conto alla rovescia per il primo lancio, che avverrà entro la fine dell’anno e non è ancora una data.

Dal 1972, quando iniziò la missione Apollo 17, nessun astronauta ha mai messo piede sulla Luna.

La prima missione del programma Artemis, che mira a riportare gli astronauti americani sulla superficie lunare probabilmente nel 2025, con l’obiettivo di una futura colonizzazione del satellite terrestre, sarà senza equipaggio.

La navicella spaziale Orion dovrebbe raggiungere un’orbita di circa 64.300 km dietro la Luna, il che significa che sarà a 450.000 km dalla Terra.

Il razzo e la capsula Boeing SLS, opera di Lokheed Martin, sono stati trasportati lungo una strada rocciosa portata dall’Alabama ea bordo di un imponente e lento veicolo “Caterpillar”, il CT-2, costruito in 50 anni per il programma Apollo.

In una fase del volo, la marcia si fermò, a una velocità inferiore a 1,6 chilometri orari, per regolare il “braccio” del Titano che sarebbe stato utilizzato per l’ingresso e l’uscita degli astronauti.

READ  Speed ​​​​Dating smetterà di funzionare • ENTER.CO

“Da questo luogo sacro e storico, l’umanità si imbarcherà presto in una nuova era di esplorazione”, ha detto l’amministratore della NASA Bill Nelson durante il lancio della navicella Artemis I.

dirigente scolastico

“Lasciando la costruzione dell’assemblaggio del veicolo un momento decisivo per questo razzo e veicolo spaziale, questa è una pietra miliare importante per la NASA”, ha affermato Tom Whitmaier, vicedirettore associato del Joint Exploration Systems Development presso la sede centrale della NASA a Washington.

“Ora sulla piattaforma e per la prima volta, utilizzeremo i sistemi integrati per esercitarci con il conto alla rovescia per lanciare e caricare il razzo con il carburante necessario per inviare Orion su un volo sulla Luna in preparazione al lancio”.

Dopo le prove, che possono durare circa due giorni, la NASA esaminerà i dati prima di fissare una data di lancio concreta per il prossimo lancio di Artemis I.

Il razzo combinato e il veicolo spaziale torneranno all’edificio di assemblaggio del veicolo dopo diversi giorni di test per rimuovere i sensori utilizzati durante i test, caricare le batterie del sistema, immagazzinare la carica ritardata ed eseguire i controlli finali.

Con l’avvicinarsi della data di lancio, Orion e SLS torneranno sulla rampa di lancio per l’ultima volta circa una settimana prima del decollo.

Con Artemis, la NASA stabilirà un’esplorazione a lungo termine della Luna in preparazione per le missioni umane su Marte.

La NASA e la navicella spaziale SLS Orion, insieme al sistema Human Landing e Gateway in orbita lunare, sono la base per l’esplorazione dello spazio profondo della NASA. EFE

it / ims / jls

(Foto)

© EFE 2022. La ridistribuzione e la ritrasmissione di tutto o parte dei contenuti dei Servizi Efe, senza il preventivo ed espresso consenso di Agencia EFE SA, è espressamente vietata.

READ  La nuova Porsche 911 riporta una caratteristica distintiva