giovedì, Giugno 13, 2024

Top 5 This Week

Related Posts

Inizia la corsa AI/Analytics

Il cambiamento che l’umanità comporterà come risultato dell’intelligenza artificiale (IA) è forse uno dei cambiamenti più profondi di tutta la nostra evoluzione. È qualcosa che non contiamo le dimensioni di oggi.

Il 2023 sarà contrassegnato come L’anno in cui le tecnologie AI conversazionali sono esplose come primo passo di una grande rivoluzione.

(Leggi anche: Come funziona Google Bard? Ti diciamo come usare questa intelligenza artificiale)

la settimana scorsa Google ha introdotto Bard, l’intelligenza artificiale in linguaggio naturale con cui spera di affrontare il popolare ChatGPT, Piattaforme che sorprendono per la loro capacità di interagire e fornire risposte efficaci e utili su vari argomenti e argomenti, “come le persone”.

argomenti correlati

Va detto che queste tecnologie sono solo la prima tappa di questa rivoluzione. Veniamo dall’interazione quasi quotidiana con “intelligenze artificiali deboli” come Siri o Alexa, che rispondono alle domande in modo diretto, senza autonomia.

Siamo nell’era della potente intelligenza artificiale con una maggiore capacità di analisi e apprendimento, Ma dipende dagli input informativi con cui comunicano e dalle richieste e richieste che gli vengono fatte (da cui apprendono, va detto). ChatGPT, ad esempio, è offline e le informazioni che ha per “parlare” risalgono al 2021. Bard di Google sarà connesso a Internet e online con esso, il che dovrebbe renderlo ancora più potente.

(Potrebbe interessarti: I 3 pericoli dell’intelligenza artificiale, secondo un esperto (potrebbe influire sulla tua salute))

Ciò che Google ha dimostrato all’I/O dimostra il potere che Bard avrà, le sue capacità di interagire e integrarsi con varie app proprietarie e di terze parti; Inoltre, come cambierà, per sempre, il modo in cui cerchiamo risposte nella Ricerca Google.

READ  Quasi 100 euro di sconto

Cosa accadrà quando saranno “superintelligenza artificiale”? Quando sono coscienziosi e indipendenti, migliorano il loro codice E “capire” il suo potere di intelligenza e la sua capacità di superare i mortali in quasi tutti i modi?

Questo è esattamente ciò che ha terrorizzato persone come Jeffrey Hinton, il famigerato “Padrino dell’intelligenza artificiale”, che ha lasciato Google (ha detto al New York Times) perché il suo lavoro nello sviluppo della tecnologia doveva “pensare molto a come controllarlo”.

Su questa strada altri hanno fatto progressi. L’Europa è già riuscita a coordinare la prima bozza della Legge Comunitaria sull’Intelligenza Artificiale che cercherà, tra gli altri scopi, di limitarne e controllarne lo sviluppo, l’uso, la personalizzazione e il controllo.

(Leggi anche: AI ha scoperto che discrimina le popolazioni di razza mista diagnosticando malattie rare)

Gli Stati Uniti hanno anche riunito le società che sviluppano questa tecnologia per concordare un grande piano nazionale di gestione, sviluppo e diritti per mitigare i rischi della tecnologia. Quando discuteremo allo stesso livello in Colombia con il governo, il Congresso, l’industria, le imprese, il mondo accademico e la società civile sul controllo e l’etica dell’IA? Dovremo chiedere a ChatGPT.

José Carlos Garcia

Su Twitter: @josecarlostecno

Desideria Zullo
Desideria Zullo
"Educatore generale della birra. Pioniere del caffè per tutta la vita. Sostenitore certificato di Twitter. Fanatico di Internet. Professionista dei viaggi."

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Popular Articles