Ottobre 3, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Iniziativa Love Path supera le aspettative – Escompre

Guardando al futuro, il suo coordinatore Carlos Lasso ha promesso fino a che punto si spingerà Puentes de Amor per portare una chiamata contro l’assedio.

Il corteo ha partecipato a una manifestazione in Piazza San Pietro il giorno prima che Urby et RP ricevesse la benedizione. (Foto: PL)

L’iniziativa “Path of Love” per promuovere la fine dell’assedio americano a Cuba e la pace nel mondo ha superato le aspettative iniziali, hanno rivelato a Roma questa domenica due dei suoi organizzatori.

Il viaggio di sei giorni è iniziato con un incontro pubblico a Cittadella, Assisi, sede della Pro Civitate Sistiana, da dove è partito il pellegrinaggio di cento chilometri in quattro tappe per Roma, riconosciuta dalla missione di San Francesco. , Predicazione della benevolenza e della pace.

All’arrivo nella capitale italiana, la delegazione, composta da donne cubane, italiane e boliviane residenti in Italia e negli Stati Uniti, è stata accolta presso una delle sedi della Comunità di Sant’Egidio e ha partecipato a un incontro di chiusura bilaterale con scambi simultanei tra L’Avana e L’Avana. Roma

Il corteo ha preso parte ad una manifestazione in piazza San Pietro il giorno prima di ricevere la benedizione Urbi et Orbi (per la città e per il mondo) impartita da Papa Francesco alla vigilia di Natale.

Il progetto Puentes de Amor, l’Associazione per gli Scambi Culturali ed Economici con Cuba (Aicec), coordinatore dei cubani residenti in Italia, l’AsiCuba Umbria, la Comunità di Sant’Egidio, la Rete Sano, Justo y Solidario e la Lega Missionaria Studentesca. .

Parlando a Brenza Latina, Carlos Lasso, coordinatore di Puentes de Amor, ha affermato che il pellegrinaggio ha superato le aspettative perché, tra l’altro, ha creato una comunità di escursionisti.

READ  Hirving Lozano offre al Napoli la leadership in Italia

Cioè, l’umanità, giovani e vecchi, uomini e donne, entra in uno dei luoghi santi dove è passato San Francesco, cercando di riempirci della luce di quella magia e santità che porta la voce dell’amore e della pace, e usarla soprattutto di supporto. Quel popolo nobile, il popolo cubano, ha sottolineato.

Guardando al futuro, Lasso ha sottolineato che Puentes de Amore farà di tutto per lanciare un appello contro l’assedio e mobilitare persone ben intenzionate in tutto il mondo.

Da parte sua Michele Curto, presidente di Aicec, ha sottolineato l’importanza del legame instaurato dalla sua organizzazione con Puentes de Amor, in cui ha apprezzato molto la sua capacità di parlare con “persone che normalmente non raggiungiamo”.

In tal senso ha sostenuto la diffusione del messaggio, disarmando efficacemente e cercando di perpetuare lotte e odi.

Cuba ha ragione, hai ragione, devi cercare i modi più efficaci per credere, perché di solito l’autore combatte, chi non ha ragione, o non sa come difendere i suoi argomenti, ha detto.

Quando ha descritto il professor Carlos Lasso come “un vero, profondo, vero uomo”, Cardo ha detto di aver scoperto più di quanto si aspettasse.

Riferendosi al significato simbolico della marcia lungo la rotta di San Francisco, il leader dell’ISEC ha sottolineato che si basava su idee e parlava con un messaggio globale alla coscienza delle persone.