Gennaio 31, 2023

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Insieme a Italia e Francia, la Spagna sta avviando sforzi con i paesi africani per frenare l’immigrazione clandestina

Il ministro degli Esteri spagnolo Jose Manuel Alvarez ha firmato questo lunedì l’avvio di sforzi congiunti con i paesi africani, l’Italia e la Francia, per prevenire l’immigrazione clandestina.

Lunedì a Bruxelles sono stati firmati accordi nel quadro del “Team Europa”, una forma di cooperazione tra la Commissione europea e gli Stati membri, con Mauritania, Niger e Nigeria, con l’obiettivo di migliorare la cooperazione per affrontare le radici della migrazione. Impedire l’uso di rotte migratorie illegali per raggiungere l’Europa.

“Gli obiettivi principali sono molto semplici: lavoriamo insieme per rafforzare la resilienza, sostenere la crescita economica, creare nuovi posti di lavoro e un futuro per i giovani nel loro paese di origine, cooperando nel contempo per contrastare la migrazione irregolare”, ha dichiarato il commissario per il vicinato Oliver Varhely. Inaugurazione delle iniziative.

Per la rotta del Mediterraneo occidentale, Bruxelles e gli Stati membri hanno già mobilitato 908 milioni di euro per sostenere la cooperazione con Algeria, Mauritania, Marocco, Senegal, Gambia, Burkina Faso, Ghana, Guinea, Costa d’Avorio, Mali, Niger e Nigeria. Nel caso della Spagna, Varhely descrive 150 milioni per la gestione delle frontiere.

Bruxelles ha raccolto oltre 580 milioni di euro in Nord Africa e stanziato 3.300 milioni di euro in aiuti, mobilitando 5.700 milioni di investimenti nella regione e affrontando le cause profonde della migrazione.

Stampa Europa

Conoscere il regime di fiducia
READ  Il talento di Salvador arriva in Italia, i leader di Grubo Crash si uniscono al tour europeo con Julisa Ventura