Maggio 25, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Inter alla finale di Coppa Italia 2023: 1-0, vedi riepilogo e gol semifinale di ritorno

Inter alla finale di Coppa Italia 2023: 1-0, vedi riepilogo e gol semifinale di ritorno

Celebrato localmente. Inter di Milano Lo ha mandato in finale Coppa Italia Dopo un facile colpo Juventus: (1-0, 2-1 complessivo) Sottoclasse e carenti in attacco, si sono trovati sconfitti dal netto predominio di ‘Nerassuri’, in lotta per il titolo di coppa per il secondo anno consecutivo.

Il ‘Derby d’Italia’ di Giuseppe Mesa questo mercoledì ha deciso la prima finale. Coppa ItaliaUn vero classico del calcio italiano, almeno per una Juventus che non è venuta fuori nel primo tempo, semplicemente non sembrava una partita dove si potesse rischiare un bel premio soccombendo a un’Inter superiore. .

La squadra di Massimiliano Allegri non si è riscaldata all’andata, nonostante l’attaccante belga abbia ricevuto l’indulto, e la partita si è giocata quasi venti giorni dopo l’incidente al termine dell’andata con l’espulsione di Cuadrado e Lukaku. Parte della presidenza della Federcalcio italiana

Lo scarso approccio della Juve ha permesso all’Inter di mettersi a proprio agio in difesa, permettendole di costruire con una certa facilità e di raggiungere le zone pericolose con relativa frequenza. , inoltre, non ci volle molto perché si rendessero conto della loro superiorità.

In uno di quegli attacchi di livello, A Inter di Milano Mossa più sensata di una ‘Juve’ surclassata, Dimarco a segno, esterno sinistro Dimarco, apparso nel cuore dell’area, con un tocco di piede, passaggio filtrato di Parella, si riposiziona. Le maggiori minacce offensive dell’Inter sono nelle semifinali di Champions League e nella finale di Coppa Italia, ma non riescono a tenere il passo in Serie A.

Acerbi, Darmian e Bastoni non sono dovuti intervenire, evidenziando il problema della Juve con l’immagine dell’attaccante, che ha tirato solo una volta in bianconero. Il tiro da fuori area di Gostic viene parato da Onana con un buon allungamento.

READ  Italia: Milan se lo dio vuelta en una ráfaga a Inter y da pelea | L'equivalente del live di Lautaro Martínez nel mondo

La ‘Vecchia Signora’ si è svegliata un po’ almeno nel secondo atto, quando mancano solo 45 minuti per allungare la partita ai supplementari. Ma chiare opportunità sono arrivate ancora dalla gente del posto.

Dzeko segna dopo che Bremer è stato steso con un taglio su una piastrella all’interno dell’area, ma l’assistente ha alzato la bandierina per fuorigioco. Pochi istanti dopo, Mhkitaryan segna di testa un secondo dopo il calcio di punizione di DeMarco, ma la figura di Perrin emerge da sotto i pali per parare il tiro. In un’altra occasione molto netta Lautaro ha raggiunto di poco un centro di Dumfries.

Non aveva bisogno di segnare contro gli uomini di Inzaghi contro una ‘Juve’ disfunzionale e inefficace che era in balia di Giuseppe Meazza e ha salutato la Coppa Italia sentendosi un livello sotto i rivali. Un’Inter che cercherà uno sfidante in finale, in uscita dalla partita di giovedì prossimo tra Fiorentina e Cremonese. (EFE)

Inter vs. Juventus: le formazioni delle partite

Inter di Milano: Onana; Darmian, Acerbi, Bastoni; Dumfries, Barella, Calhanoglu, Mkhitaryan, Dimarco; Dzeko e Lautaro.

JuventusPerrin; Bremer, Bonuzzi, Alex Sandro, De Sciglio; Miretti, Locatelli, Rabiot, Krotic, Di Maria e Chiesa.

Inter vs. Juventus LIVE: cronaca minuto per minuto

precedente

Inter di Milano È stata una stagione incoerente. Negli ultimi dieci incontri; Tra Serie A, Coppa Italia e Champions League, ne ha vinte solo due (contro il Benfica per la Champions League e l’Empoli per il Calcio). Nonostante questi risultati, è ancora in corsa per queste partite: giocherà la semifinale della competizione più importante d’Europa contro il Milan e la semifinale della coppa locale contro la Juventus.

READ  L'aeronautica italiana intercetta l'equipaggio dell'aeronautica russa nel Mar Baltico

Davanti alla Vecchia Signora, Simone Inzaghi presenterà la sua consueta creazione. Onana sarà a prua. La difesa è composta da tarmion, acerbi e bastoni. Dumfries e DeMarco riempiranno le fasce, mentre Parella, Kalhanoglu e Mkhitaryan copriranno il centrocampo. In attacco Lutaro Martinez sarà l’unico, con Lukaku o Dzeko.

Juventus Si verifica una situazione simile. Semifinalista in Europa League e Coppa Italia, cercherà di vincere entrambe le competizioni per espiare gli scandali in cui è stato coinvolto. In primo luogo, una detrazione di 15 punti per irregolarità nel trasferimento dei giocatori; La seconda, l’esclusione dagli eventi sportivi di 171 tifosi dopo essere stati identificati come autori di cori razzisti contro Romelu Lukaku, ha messo sotto controllo gli uomini di Massimiliano Allegri. Ma la situazione sembra peggiorare. Il tecnico azzurro ha confermato che il suo uomo migliore Dusan Vilahovic si è infortunato nell’ultimo allenamento e non giocherà contro l’Inter. “Dusan ha una distorsione e non giocherà. Se non recupera, metti Milik. Ceza e Kostic stanno bene, Keane starà fuori altri dieci giorni. Di Maria è straordinario, anche la mezz’ora che ha fatto vedere contro il Napoli “Farà la differenza. Scommettere o meno sul tridente”. Deciderò domani”, ha detto il tecnico.

Inter Milan vs Juventus: Classifiche Mondiali

  • Perù: 14:00
  • Italia: 21:00
  • Colombia: 14:00
  • Ecuador: 14:00
  • Messico: 13:00
  • Bolivia: 16:00
  • Cile: 16:00
  • Argentina: 16:00
  • Brasile: 16:00
  • Uruguay: 16:00

Dove vedere Inter-Milan Juventus?

La partita sarà trasmessa in tutto il Sud America sul segnale ESPN 2 e in streaming tramite STAR+. Tutti i dettagli dell’incontro sono disponibili sul sito RPP.pe.

I nostri podcast

C’è una differenza nell’invecchiamento tra uomini e donne?Come invecchiano gli organi?

READ  Italia: Risveglio

L’invecchiamento è un processo fisiologico naturale irreversibile le cui cause sono ancora un mistero. I cambiamenti in ogni organo di una persona o in persone diverse non sono gli stessi. Due indagini confermano queste condizioni, importanti per stabilire strategie di intervento e che, secondo l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), interesseranno entro la metà del secolo il 21% della popolazione mondiale, ultrasessantenne. Un lavoro danese e altri spagnoli indicano che i segni dell’invecchiamento iniziano prima nelle donne ma si sviluppano più lentamente che negli uomini e che non tutti gli organi sono uguali alla stessa età.

Vai a Notizie RPP