Settembre 19, 2021

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Israele annuncia l’inizio della terza dose del vaccino Govt-19 di Pfizer per gli adulti a rischio

Un paramedico somministra il vaccino contro il virus Pfizer/Bioentech Corona a una donna all’interno di una clinica mobile Megan David Adom presso il Mahane Yehuda Market (AFP) a Gerusalemme.

Israele ha detto domenica che avrebbe iniziato a offrire una terza dose del vaccino Pfizer Inc. Govt-19 agli adulti con un sistema immunitario indebolito, ma ha sottolineato che il richiamo è stato ancora valutato rispetto alla sua disponibilità per il pubblico in generale.

La rapida diffusione della variazione delta ha portato a una ripresa dei tassi di vaccinazione in Israele poiché i nuovi focolai sono aumentati da una cifra a circa 450 al giorno nell’ultimo mese e il paese si sta mobilitando per accelerare la prossima spedizione da Fischer.

Il ministro della Sanità Nitson Horowitz ha affermato che gli adulti con un sistema immunitario indebolito che hanno ricevuto due dosi del vaccino Pfizer potrebbero ricevere il vaccino di richiamo e che è in sospeso una decisione su una distribuzione più ampia.

Pfizer e il suo partner Bioentech S.E., i principali fornitori per il rilascio rapido della campagna di immunizzazione di Israele, iniziata a dicembre. Nelle prossime settimane chiederanno ai regolatori statunitensi ed europei di approvare le iniezioni di richiamo.

Le aziende hanno citato un aumento del rischio di infezione sei mesi dopo aver chiesto il permesso per una terza iniezione.

“Stiamo esplorando questa domanda e non abbiamo ancora una risposta definitiva”, Horowitz Khan ha dato un impulso al grande pubblico in Israele alla radio pubblica. “Tuttavia, non offriamo più un terzo vaccino alle persone con immunodeficienza”.

Circa 5,7 milioni dei 9,3 milioni di Israele hanno ricevuto almeno una dose.
Circa 5,7 milioni dei 9,3 milioni di Israele hanno ricevuto almeno una dose.

La metà dei 46 pazienti attualmente ricoverati in ospedale in condizioni critiche in Israele è stata vaccinata e la maggior parte appartiene a gruppi a rischio, affermano i funzionari sanitari. Circa 5,7 milioni dei 9,3 milioni di Israele hanno ricevuto almeno una dose.

READ  È rimasto bloccato negli Stati Uniti e, per essere rimpatriato, ha dotato la sua auto di sicurezza e controllo attraverso le telecamere di sicurezza.

Venerdì scorso, Israele Ha riconsiderato questo venerdì l’uso forzato delle mascherine in casa, misura che ha ritirato dieci giorni fa a causa di un aumento dei casi dovuto alla variazione delta. Coordinatore Nazionale Malattie Infettive, Nachman Ash, lo dichiaro Il Paese non crede in una quarta ondata epidemica, Ma ha supportato la dimensione Il tasso di positività e l’aumento del numero di casi questo venerdì ha superato la soglia dei 200, il più alto da aprile..

Le mascherine saranno nuovamente obbligatorie nelle aree “non aperte”, e saranno esclusi i minori di 7 anni, i disabili, i soggetti in isolamento, il personale che lavora nella stessa stanza e le persone che compiono un atto. Sportivo.

Inoltre, Saloud ci prova Vaccinazione accelerata dei bambini dai 12 ai 15 anni.

Anche in piccoli numeri, l’aumento del tasso di morbilità preoccupa i funzionari israeliani Monitoraggio isolato dei rimpatriati dall’estero e sanzioni pecuniarie in caso di mancato rispetto.

Il paese ha chiuso i suoi confini esterni ai turisti dall’inizio dell’epidemia nel marzo 2020, che ha iniziato a facilitare i gruppi di vaccinazione con la pre-approvazione alla fine di maggio., È stato ridotto fino a due settimane fa per evitare mutazioni interrotte nella situazione epidemiologica del paese.

Continua a leggere: