Ottobre 16, 2021

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Israele rilascia il deputato palestinese dopo due anni di carcere

Ramallah, 26 settembre (Principe Latina) Israele ha rilasciato oggi dopo due anni di reclusione la deputata e leader del Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina Khaleda Jarrar, che le aveva impedito a luglio di partecipare ai funerali della figlia.

Poco dopo, il governatore di Ramallah, Laila Ghannam, ha accolto Jarrar, 58 anni, e ha elogiato la sua lotta nella difesa delle donne palestinesi e dei detenuti nelle carceri israeliane.

Membro del consiglio di amministrazione del Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina, Jarrar è stato eletto nel 2006 al parlamento palestinese, poi capo del corpo dei prigionieri in quel consiglio legislativo, oltre alla sua partecipazione alla task force incaricata di archiviare una denuncia contro lo Stato di Israele prima di quella. Corte Penale Internazionale.

Lo scorso marzo è stata condannata per appartenenza a quell’organizzazione, ma è stata rilasciata domenica perché la maggior parte della sua pena era già stata scontata nel periodo preprocessuale.

Tel Aviv considera il Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina un gruppo terroristico, come il resto delle formazioni palestinesi che combattono l’occupazione e sostengono la creazione di uno stato nazionale.

Sua figlia di 30 anni, Suha, è morta per arresto cardiaco lo scorso luglio, ma le autorità israeliane si sono rifiutate di concederle il permesso di partecipare al funerale.

“È stato un periodo difficile.” Ma sentivo che il suo spirito era con me.

mgt / rub

READ  #PandoraPapers: Panama, spaventata dalla nuova inchiesta internazionale sulle società offshore