Dicembre 5, 2021

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Italia-Croazia Origine Prosecco | stati Uniti

Prosecco, Italia (AP) –

In piccole aree della baia invisibile confinante con Italia, Slovenia e Croazia, Milos Schabar chiama la secolare tradizione vinicola Proseker, che condivide le sue radici con il suo noto parente brillante Prosecco.

Ma al di fuori della città portuale italiana di Trieste, che viene prodotta nel paesaggio tra il mare Adriatico e la Slovenia, questa miscela luminosa molto modesta è coinvolta in polemiche: i più famosi produttori scintillanti impediscono ai produttori croati di usare il nome Prosek per il loro vino dolce Prosecco.

Alcuni produttori di Processor sperano di utilizzare il loro rapporto con le origini di Proceco, appena sopra Tristack, per riconoscere ulteriormente il loro vino, ma si preoccupano anche del rischio per il nome.

“Il vino Proseker è originale, perché è nato 300 anni prima del Prosecco”, ha detto Schabar guardando il porto del suo vigneto e la catena verde scuro delle montagne slovene in lontananza. “Pertanto, è il padre di Proseker, Prosecco, Proseck e tutti”.

I difensori affermano che non solo la sacralità del Prosecco, il vino più venduto al mondo, ma anche il sistema di denominazione geografica dell’UE, creato per garantire la diversità e la qualità dell’artigianato, del cibo, dei vini e dei liquori, sono a rischio. Secondo uno studio del 2020 della Commissione Europea, il ramo esecutivo dell’Unione Europea, quel mercato vale circa 75 miliardi di euro (87 miliardi di dollari) all’anno, la metà dei vini.

Il governo italiano si è impegnato a proteggere il nome del Prosecco e altri produttori di prodotti conservati, con radici geografiche uniche, che vanno dal formaggio regio birmano italiano allo champagne francese. Nome dell’accusa.

READ  Google Pay: risparmia, paga, gestisci

“Non abbiamo problemi con questi produttori che entrano nel nostro mercato producendo un numero molto ridotto di bottiglie. Al contrario, confonderà i clienti “, ha affermato Luca Kiawi, CEO della Federazione Prosecco DoC, che promuove il Prosecco e garantisce la qualità dei vini sotto lo status di “aspetto ristretto” dell’UE.

Copyright 2021 Associated Press. Tutti i diritti riservati. Questo contenuto non può essere pubblicato, trasmesso, riscritto o ridistribuito senza autorizzazione.