Ottobre 6, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

James Webb cattura la tarantola cosmica nella sua nuova foto

Dal suo lancio, il James Webb Space Telescope non ha fatto altro che stupirci con lo spazio in cui viviamo. Dove immagini della galassia fantasmaanche una vista incredibile Due galassie dopo la collisione. La sua foto era una delizia per gli occhi e Quest’ultima acquisizione della tarantola cosmica non fa eccezione.

Inserito dal sito Contenitore e il questo è, possiamo osservare uno degli scatti più impressionanti del telescopio spaziale fino ad oggi. Qui, a circa 161.000 anni luce dalla Terra, all’interno della Grande Nube di Magellano, troviamo la Nebulosa Tarantola, nota anche come 30 Doradus. L’immagine è incredibile, vedi, ma nasconde molto di più di un bel viso.

La NASA ha Gli occhi di James Webb erano diretti verso la Nebulosa Tarantola per studiare la nascita di migliaia di stelle. Dopotutto, l’agenzia descrive spesso questi corpi celesti come “vivai stellari” e per una buona ragione. 30 Dorados è, dice, “la più grande e brillante regione di formazione stellare del Gruppo Locale”. Inoltre, è la casa di alcuni dei più grandi e importanti che abbiamo mai potuto segnare.

James Webb ci offre un’altra visione della Nebulosa Tarantola

30 Dorados osservati utilizzando lo strumento MIRI su James Webb – Immagine fornita dalla NASA

James Webb non è stato solo in grado di catturare le stelle all’interno della Nebulosa Tarantola. anche il telescopio spaziale È stato in grado di descrivere la struttura dettagliata e la composizione di gas e polvere di cui è composto.

Così, I suoi strumenti hanno utilizzato NIRCam, NIRSpec e MIRI, ognuno ha una funzione alquanto specifica. Non preoccuparti, abbiamo già spiegato cosa hanno fatto tutti per ottenere le foto che hai visto.

  • Nircam: Il vicino alla telecamera a infrarossi, o una fotocamera nel vicino infrarosso, è stata responsabile dell’acquisizione della “casa della tarantola nascosta”, secondo la NASA. Questa cavità è stata catturata da NIRCam È stato svuotato dalla radiazione di un gruppo di giovani stelle, che può essere visto anche in azzurro. Solo le regioni più dense della nebulosa sono in grado di resistere a questa erosione dei venti stellari, formando così colonne con all’interno protostelle. Man mano che nascono e crescono, queste stelle distorceranno il resto della nebulosa.
  • NIR: Il spettrometro nel vicino infrarossoo spettrometro nel vicino infrarosso, Ho preso una stella molto piccola che fa esattamente ciò che è stato spiegato sopra. Usando questo sensore, James Webb ha osservato come la sfera emerge gradualmente dalla polvere, processo in cui creerà una “bolla” attorno ad essa a causa della sua radiazione.
  • Maria: Il strumento a medio infrarosso, o lo strumento del medio infrarosso, mette in evidenza un altro elemento importante dell’immagine. con lei, James Webb è riuscito a catturare gas e polvere dalla nebulosa, che diventa rilevante perché sono corpi più freddi, e quindi coprono il calore delle stelle. È grazie a queste dense nubi che queste sfere possono nascere e completare la loro evoluzione.
READ  Xbox Game Pass 7 aggiunge nuovi giochi: Age of Empires 4, The Forgotten City e altro

La Nebulosa Tarantola ci offre uno sguardo agli inizi dell’universo

Oltre a tutto ciò che ti abbiamo detto, la Nebulosa Tarantola mantiene un segreto. Grazie alla sua composizione, è diventato uno dei corpi celesti più emozionanti per gli astronomi. Il motivo è quello I suoi componenti chimici sono molto simili a quelli che si trovano nelle regioni di formazione stellare nell’universo primordialequando aveva pochi miliardi di anni.

In questo modo, la Nebulosa Tarantola funge da finestra sul passato Come sarebbe stato il nostro universo Miliardi di anni fa.