Marzo 4, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Jan Oblak eguaglia Godin come lo straniero con più presenze con l’Atlético

Jan Oblak eguaglia Godin come lo straniero con più presenze con l’Atlético

EFELettura: 3 minuti.

Oblak ha accumulato 389 partite ufficiali con l’FC Rojblanco, 388 delle quali da titolare.Agenzia per la protezione ambientale

Madrid – Jan Oblakportiere sloveno Atletico MadridDomenica ho raggiunto quota 389 partite ufficiali con la squadra di Rojablanco, già al massimo Diego Godin Da giocatore straniero con più presenze nella storia del club, in un percorso durato otto anni, sei mesi e 16 giorni dal suo esordio con la squadra, alla quale è approdato nel 2014 da Benfica.

Il 16 settembre 2014, dopo essere stato sconfitto in Champions League dall’Olympiacos (3-2), è stato l’inizio della sua carriera con la squadra di Madrid; All’inizio era in dubbio, come sostituto di Miguel Ángel Moya, e pochi mesi dopo, da marzo 2015 in poi, indiscutibilmente, come portiere incomparabile nei quasi 120 anni di esistenza dell’entità.

Sono già 389 le partite ufficiali, di cui 388 titolari (il maggior numero di portieri dalla fondazione dell’Atlético nel 1903), per eguagliare il segno dominante di Diego Godín, in carica dal 2017 e ampliato a quel numero di presenze fino alla sua partenza il club di Madrid in vista dell’Inter estate 2019.

Per tutto questo periodo, e in assenza del risultato della partita di domenica, Oblak ha mantenuto la rete pulita in 190 di quegli scontri, cosa che non si è ripetuta anche in nessuno dei portieri che hanno mantenuto la cornice dell’Atletico; ha subito 297 gol in tutte le competizioni; Ha aggiunto 218 vittorie e vinto quattro titoli: il campionato 2020-21, la UEFA Europa League 2017-18, la Supercoppa UEFA 2018 e la Supercoppa spagnola 2014.

Succede all’argentino Angel Correa (363) in termini di numero di partite con l’Atletico per il calcio straniero, oltre che nell’attuale rosa dell’Atletico. il brasiliano Philip Luis, uno dei protagonisti dell’era Diego Simeone, con un punteggio di 333; Il francese Antoine Griezmann, con 330, e il colombiano Luis Amaranto Perea, con 314, all’epoca superato da Diego Godin e sesto in quella statistica.

READ  Possibili undici di Universitario e Cristal per il classico

Successivamente, l’argentino Jorge Bernardo Griffe, leggenda difensiva dell’Atlético degli anni ’60, campione di Coppa delle Coppe, li ha seguiti in campionato e tre Coppe di Spagna con la squadra di Madrid, con la quale ha giocato 289 partite; e Jose Maria Jimenez, l’uruguaiano, con 275; Il montenegrino Stefan Savic con 261 e il belga Yannick Carrasco con 253, tutti anche agli ordini di Diego Simeone nell’attuale rosa rojiblanco.

Jan Oblak è anche il portiere con più presenze nella storia dell’Atlético, davanti ad Abel Resino (303), José Francisco Molina (248), Edgardo Madinapitia (236) e Miguel Reina (212), e questa domenica è tra i dieci giocatori aver segnato il maggior numero di partite di tutti i tempi con il Rojblanco FC.

Sono superati solo da Koke Resurrección, con 576; Adelardo Rodriguez, n. 550; Thomas Rennes ha diretto 483; il collare di Enrique, con 464; Carlos Aguilera con 455; Isacio Calleja, con 420; Juan Carlos Artici con 417; Gabriel Fernandez, “Gabe” con un punteggio di 417, e Fernando Torres con un punteggio di 404.