venerdì, Giugno 21, 2024

Top 5 This Week

Related Posts

Javier Guillén annuncia l’intenzione di lanciare la Vuelta a España 2025 in Italia: “Vogliamo scoprire nuovi territori”

Il direttore della Vuelta a España, Javier Guillén, pensa sempre a nuovi percorsi affinché il suo grand tour continui a svilupparsi, evolversi e crescere in ciascuna delle sue celebrazioni. A parole ai colleghi ASSOL’organizzatore della gara ha rivelato alcuni progetti interessanti per il futuro, come la partenza dell’edizione 2025 in Italia.

“Vogliamo che La Vuelta continui a crescere e a scoprire nuovi territori con la sua espansione internazionale”, dice Guillén, rivelando come le trattative per lanciare la Vuelta a España sulle strade italiane nel 2025 siano a buon punto. “Posso confermare cos’è la Vuelta. La Regione Piemonte ha annunciato il proprio interesse ad ospitare la partenza del 2025 ed è vero, è quello che stiamo facendo.

Sebbene la conferma ufficiale sia ancora lontana, Guillén è entusiasta della prospettiva di portare la Vuelta a España in Italia. “Lo vogliamo davvero, perché l’Italia è un paese ciclistico, e vogliamo che l’apertura (Grand Départ) del Tour de France di quest’anno (che inizierà il 29 giugno a Firenze) e La Vuelta avvengano sul territorio”, spiega. “Conversazioni, lavoro intenso e, se tutto andrà bene, sarà un grande piacere. Le conferme ufficiali, quando arriveranno, arriveranno da entrambe le parti, ma sono molto felice di dire che La Vuelta e il Piemonte sono sempre più vicini”.

Un problema moderno nel ciclismo dei Grandi Giri è l’apertura della corsa in un altro paese. “È successo in altri grandi giri e siamo saltati sul carro di chi lo faceva meno. Penso che sia importante in termini di internazionalizzazione della corsa e di messa in risalto dell’evento”, dice. Gillan.

“Siamo fortunati ad iniziare lo stesso torneo all’estero in Spagna, pochi tornei possono farlo. È una grande responsabilità come evento e come paese. Siamo molto entusiasti di questa partenza dal Portogallo. Proprio come abbiamo fatto prima a Monaco in 2026”.

READ  Una nuova partita per Avenida dopo un lungo viaggio dall'Italia

Nonostante Tadej Pogacar abbia recentemente insistito sul fatto che non gareggerà alla Vuelta di quest’anno, Guillén è entusiasta alla prospettiva di un’entusiasmante battaglia con la maglia rossa. “Abbiamo fatto un bellissimo viaggio e da quello che ho capito, penso che avremo una grande affluenza. Il vincitore dell’anno scorso, Seb Gus, ha già confermato che verrà a lottare per difendere il suo titolo, il che è molto importante. ) arriverà con lui e ci sono buone probabilità che lo facciano”, conclude. “Ora è il momento del Tour de France e tutto il bene che va a loro è un bene per La Vuelta. Come tifoso sto contando i giorni”.

Bocacar potrebbe non tornare alla Vuelta per molto tempo

Da quando è arrivato terzo al suo debutto alla Vuelta a España nel 2019, Tathej Bokar non è tornato in gara. E, con la recente vittoria al Giro d’Italia 2024, suo esordio, lo sloveno della Corsa Rosa ha trovato un giro perfetto per le sue qualità. Si inizia infatti a prendere in considerazione la possibilità di un ritorno il prossimo anno, che potrebbe portare a uno scontro epico contro Jonas Wingegaard, che si vocifera voglia attuare nel 2024 lo stesso piano di Bocacker nel 2025. Doppietta Giro d’Italia-Tour de France.

=https://twitter.com/lavuelta/status/1791054114857639943″ data-service=”twitter”>

Aldobrandino Golino
Aldobrandino Golino
"Studente di social media. Appassionato di viaggi. Fanatico del cibo. Giocatore pluripremiato. Studente freelance. Introverso professionista."

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Popular Articles