Aprile 25, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

John Lewis fornirà servizi medici ai propri clienti

John Lewis fornirà servizi medici ai propri clienti

I negozi John Lewis, posseduti al 100% dai dipendenti, stanno incorporando servizi medici per contrastare il calo delle vendite. Secondo gli analisti, la crisi attuale è dovuta alla crescita del commercio online.

È molto comune vedere le aziende diversificare la propria offerta di prodotti quando affrontano le crisi. È anche comune raddoppiare i profitti aumentando i servizi. È il caso dello store britannico John Lewis. Comprenderà screening sanitari per i clienti. Come è nata l’iniziativa?

John Lewis collaborerà con la società di test Covid-19 Randox Health. Quindi, nel tentativo di attirare più clienti, aprirà cliniche in negozio. Il primo si terrà presso lo store di High Wycombe dal 18 dicembre.

D’altro canto, il Piano John Lewis mira a rendere l’assistenza sanitaria “più conveniente e accessibile”. I clienti potranno iscriversi ai programmi Randox, che includono una serie di controlli sanitari. D’altra parte, il prezzo dei servizi partirà da £ 295 (circa US $ 372).

Va notato che il commercio è sostenuto da una struttura democratica su cui si basa il suo successo commerciale. Per questo motivo, la sua leadership aziendale nel Regno Unito ha più di 150 anni di storia. Tuttavia, l’azienda deve affrontare sfide nell’affrontare nuove forme di vendita.

¿Perché John Lewis fornisce servizi medici ai propri clienti?

Negli ultimi anni i centri commerciali nel Regno Unito hanno faticato a competere con l’aumento dello shopping online. Inoltre, le aziende si trovano ad affrontare le difficoltà causate dal passaggio al lavoro da casa e al lavoro ibrido dopo la pandemia. In questo senso la sfida era troppo grande per alcune reti.

READ  Per avere successo sui mercati finanziari, è necessaria una buona strategia di investimento

Per competere, John Lewis aumenta costantemente i servizi offerti. Comprende già ottici, agenti di viaggio, saloni di bellezza e servizi di personal shopping come parte dei suoi sforzi per diversificare l’offerta ai clienti. Lo spostamento verso più servizi, insieme a articoli per la casa, abbigliamento e altri prodotti, faceva parte di una revisione guidata dal capo del rivenditore, Sharon White, che lascerà l’azienda a febbraio del prossimo anno.

L’imminente partenza della signora White arriva dopo alcuni mesi turbolenti. La società madre John Lewis Partnership, che possiede anche i supermercati Waitrose, ha registrato una perdita di 59 milioni di sterline nei sei mesi fino al 29 luglio.

Le vendite nei suoi supermercati sono diminuite del 2% a 2,1 miliardi di sterline nella prima metà di quest’anno. Tuttavia, il numero di visitatori è aumentato dell’8%. Il gruppo indica che il suo recupero richiederà due anni in più di quanto previsto in precedenza.

Naomi Simcock, Direttore di John Lewis, ha dichiarato: “In Randox abbiamo un partner esperto e innovativo per espandere la nostra gamma di servizi in negozio, per aiutare i clienti a gestire in modo proattivo la propria salute e il proprio benessere”.