Maggio 22, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Jungheinrich abbassa le sue previsioni di crescita a causa dell’invasione russa dell’Ucraina – El Mercantil

La società di soluzioni logistiche interne Jungheinrich ha corretto le sue stime per questo esercizio. Si prevede che la domanda sarà inferiore rispetto all’anno precedente, che era di 4,9 miliardi di euro. Ciò è dovuto, secondo la società stessa, alla maggiore incertezza economica, che si è nuovamente intensificata con l’inizio dell’invasione russa dell’Ucraina.

Le entrate del gruppo per il 2022 avrebbero dovuto superare il valore dell’anno precedente, caratterizzato da continui colli di bottiglia nelle catene di approvvigionamento. Tuttavia, da Jungheinrich hanno corretto le loro previsioni per quest’anno e le considerano entrambe Benefici ottenuti Prima che gli interessi e le tasse (EBIT) come l’EBT potessero raggiungere un valore inferiore rispetto al 2021, quando ammontavano rispettivamente a 360 milioni di euro e 349 milioni di euro. In ogni caso, le stime verranno riesaminate man mano che gli eventi si svilupperanno nel corso dell’anno.

L’aumento dei costi solleva anche dubbi sull’entità dell’utile di quest’anno

Si aspettano inoltre che l’EBIT e l’EBIT siano inferiori rispetto all’anno precedente (8,5% e 8,2%). In relazione all’evoluzione del costo dei materiali, la società prevede ulteriori incrementi nel corso del 2022. In queste previsioni non sono stati presi in considerazione altri effetti negativi che potrebbero derivare dal conflitto con la Russia e che al momento non sono prevedibili.

Nonostante le previsioni di flessione, l’azienda prevede di aumentare le capacità dei dipendenti nel 2022. Ha citato in particolare aree strategiche di automazione, digitalizzazione, sistemi energetici, efficienza, impronta di carbonio globale e sostenibilità.