Agosto 9, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La Bundesbank chiede alla BCE di prestare attenzione ai piani di salvataggio di Italia e Spagna

Le tensioni all’interno della Banca centrale europea (BCE) sull’iperinflazione nell’eurozona si avvicinano al 21 luglio, giorno in cui la sua presidente, Christine Lagarde, incontra il gruppo di governo a Francoforte. Eurotorre. La Germania, che sta crescendo dell’8,2% su base annua, ha già annunciato un ritorno all’austerità di bilancio e ieri il cancelliere Olaf Scholes ha lanciato un messaggio di unità di fronte alle sfide presenti e future. “L’attuale crisi non andrà via nelle prossime settimane: affrontiamo una sfida storica”.

In linea con l’esecutivo, e tra crescenti preoccupazioni per la stagnazione, ieri la Bundesbank ha espresso preoccupazione per i prossimi passi della Bce, che “deve spiegare al mercato entro due settimane come intende agire per evitare la frammentazione”. dell’Eurozona . Con questo concetto si fa riferimento a una situazione in cui alcuni Stati devono pagare più di altri per finanziarsi, cosa del tutto incompatibile con l’unione monetaria da un punto di vista teorico.

Gintos sostiene che la BCE garantisce la parità di finanziamento per tutti e afferma che la politica fiscale deve contribuire.

A seguito dell’ultimo annuncio della BCE che telegrafava il prossimo aumento dei tassi di interesse, i premi per il rischio di alcuni paesi della zona euro sono aumentati. Ad esempio, i punti dell’Italia hanno superato i 250 punti base, mentre quelli della Spagna sono saliti a 140. E la BCE deve incontrarsi di nuovo e impegnarsi in un nuovo piano per il mercato: l’indebitamento, con condizioni che devono ancora essere spiegate. Dal lato della domanda e per tenere sotto controllo i rendimenti obbligazionari in Italia, Spagna e altri paesi.

READ  Mourinho e Allegri stanno facendo una guerra tecnologica in Italia

Ieri il presidente della Bundesbank, Joachim Nagel, ha affermato che i funzionari della Bce dovrebbero utilizzare tali misure solo “in circostanze eccezionali ea condizioni rigorosamente definite”. Ha anche osservato che è “quasi impossibile” stabilire se sia giustificato uno spread più elevato tra i membri della zona euro. “Pertanto, metto in guardia dall’utilizzare strumenti di politica monetaria per controllare i premi di rischio”, ha affermato in un discorso virtuale a un evento a Francoforte. “Ci si può facilmente trovare in una situazione disperata.”

Di fronte ai dubbi sul percorso che la BCE prenderà – dopotutto, la priorità ora è controllare l’inflazione – Nagel ritiene che le banche centrali “non debbano lasciarsi influenzare dagli sviluppi a brevissimo termine che spesso si verificano nei mercati finanziari”. strumento dovrebbe essere “chiaramente definito”.

Il presidente tedesco ha ricordato che esisteva un programma – transazioni in contanti trasparenti o operazioni in contanti senza restrizioni – che è stato lanciato nel 2014 e non è mai stato utilizzato a causa dello stigma ad esso associato e della sua forte condizione. Il problema è che la Bce sta lavorando su uno strumento diverso e infastidisce la Bce con meno condizioni per chi vuole approfittare del nuovo schema…

Luis de Guintos, vicepresidente della banca centrale, ha ricordato ieri che “per combattere la frammentazione”, la Bce ha iniziato il reinvestimento flessibile il 1° luglio. Ma ciò non basterà e Guintos ha giustificato i prossimi passi della BCE con questa spiegazione: “Gli aggiustamenti della politica monetaria dovrebbero avere lo stesso effetto sulle condizioni finanziarie di due società ugualmente solvibili nell’area dell’euro, ovunque si trovino. Il vicepresidente ha affermato che ciò indica che dovrebbero essere messi in atto programmi di stabilità di bilancio.

READ  Nunsia Alessandra Schiller | Corona virus Italia: famoso vaccino italiano sospeso dalla questura Mondo