Ottobre 19, 2021

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La Cina adotterà queste misure per combattere la dipendenza dai videogiochi

Città del Messico. – In Cina Più di 200 aziende video gioco Si sono impegnati a regolamentare la loro industria per combattere la dipendenza, anche attraverso la possibilità di riconoscimento facciale per identificare i minori.

Dichiarazione pubblicata dal regolatore dell’editoria CGIGC Group of Giochi La National Online Press (NPPA), sul suo account WeChat ufficiale, è firmata da 213 società, tra cui Tencent Holdings e NetEase.

La Cina ha espresso grave preoccupazione per la crescente dipendenza dai videogiochi tra i suoi giovani e l’NPPA il mese scorso ha pubblicato nuove regole che vietano ai minori di 18 anni di giocare più di tre ore a settimana. Le aziende e gli investitori temono ulteriori azioni contro il settore.

Le società si sono inoltre impegnate a monitorare i contenuti che distorcono la storia o promuovono comportamenti “androgini” e lavoreranno anche per prevenire violazioni di tali regole, come l’uso di piattaforme di gioco straniere, ha affermato CGIGC.

Tencent ha lanciato a luglio una funzione di riconoscimento facciale chiamata “pattuglia di mezzanotte” che i genitori possono attivare per impedire ai bambini di utilizzare gli accessi degli adulti per aggirare il coprifuoco del governo.

READ  Jumpstar annuncia la prima collezione NFT di Neopets