Aprile 24, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La Cina ha trovato nella Russia il miglior alleato possibile per installare un reattore nucleare sulla Luna.  O almeno così dice la Russia

La Cina ha trovato nella Russia il miglior alleato possibile per installare un reattore nucleare sulla Luna. O almeno così dice la Russia

Cina e Russia devono generare energia nucleare sulla Luna prima del 2035 per la loro stazione lunare ILRS

Il programma spaziale russo è antico quanto l’esplorazione spaziale, ma attraversa periodi di stagnazione. Bandita dall’Occidente da quando ha invaso l’Ucraina, la Russia ha bussato alla porta di una potenza più giovane e potente: la Cina. Ora i due paesi stanno collaborando su progetti lunari sempre più ambiziosi.

Reattore nucleare sulla Luna. Cina e Russia stanno studiando la possibilità di installare un reattore nucleare sulla Luna tra il 2033 e il 2035. Ci viene dalla Russia Più nello specifico, Yuri Borisov, ex viceministro della Difesa e attuale direttore dell'agenzia spaziale russa Roscosmos.

L’idea, ha detto Borisov, è quella di combinare la vasta esperienza della Russia nel campo dell’energia nucleare (compreso lo spazio, dove è stata utilizzata per alimentare molti veicoli spaziali) con le ambizioni cinesi di colonizzare la Luna e costruire lì una base.

Perché. Il mantenimento delle operazioni umane a lungo termine sulla Luna richiede una fonte di energia stabile e affidabile. L'energia solare ha un limite importante: sulla Luna la notte dura 14 giorni terrestri.

Secondo Borisov, i pannelli fotovoltaici non possono fornire elettricità sufficiente per i futuri insediamenti lunari, ma l’energia nucleare sì. La sfida sarà installare il reattore. “È una sfida importante”, spiega il direttore di Roscosmos, “deve essere fatta in modo automatico, senza la presenza umana”.

Stazione lunare cinese-russa. Questo ambizioso progetto alimenterebbe la Stazione Internazionale di Ricerca Lunare (ILRS), una base lunare che i due paesi intendono gestire congiuntamente.

READ  Forza Horizon 5 riceverà un aggiornamento per risolvere molti dei suoi problemi

L’ILRS è stata annunciata nel 2021 come una collaborazione aperta a “tutti i paesi interessati nel mondo”, ma l’interesse da parte della NASA e dei suoi partner sembra oggi improbabile date le inasprite relazioni degli Stati Uniti con la Cina e la sua recente disputa con Cina e Russia.

Promessa su promessa. La Russia ha una buona serie di promesse riguardo al futuro del suo programma spaziale. Ha annunciato una stazione orbitale che gli permetterà di lasciare definitivamente la Stazione Spaziale Internazionale e un aereo spaziale in grado di attraccarvi.

A differenza della Cina, che dal 2013 mantiene una presenza continua sulla Luna attraverso le missioni Chang'e 3, 4 e 5, la Russia ha fallito nel suo tentativo di tornare sul satellite dopo 47 anni utilizzando la sonda Luna-25.

Partner sulla luna. Nonostante la discrepanza, entrambi i paesi continuano a collaborare attivamente. La Cina partecipa alla missione russa Luna-26, un orbiter attorno alla Luna. Nelle sue future missioni lunari (Chang'e 6, Chang'e 7 e Chang'e 8), prevede di testare le future tecnologie ILRS.

La stazione lunare cinese-russa sarà inizialmente autonoma e gestita da robot. Successivamente è prevista la presenza umana. La Cina prevede di inviare i suoi primi astronauti sulla Luna nel 2030, ma l’ILRS non sarà pronto prima del 2036.

A Chataka | Se la navicella spaziale dovesse fallire, la Cina sarà in grado di rovesciare il dominio americano nello spazio