Agosto 5, 2021

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La Corte Penale Internazionale (ICC) ha respinto la sfida del regime di Maduro e sta continuando le sue indagini sulle violazioni dei diritti umani in Venezuela.

Il dittatore Nicolas Maduro ha subito una grave battuta d’arresto davanti alla Corte penale internazionale (EFE)

Il Corte Penale Internazionale (CBI) è stato respinto nell’ultima ora La sfida quella regola Nicola Maturo Lo aveva fatto in un’indagine avviata dall’Ufficio del Procuratore Generale sulla presunta violazione dei diritti umani sotto il comando del dittatore venezuelano. Si conosce solo oggi, con scadenza 21 luglio, la delibera preliminare del 2 luglio. Venezuela Presenta la tua richiesta per completare la sentenza e presentare l’addebito.

L’avviso, noto questo lunedì, è in risposta a una richiesta dell’ufficio del procuratore generale Corte Penale Internazionale I riassunti così forniti durante l’incidente sono pubblicati con edizioni riviste per proteggere vittime e testimoni.

In questo senso, secondo il documento avvicinato da Infopa, The Strumento fotografico Si valuta la presentazione della dittatura».RisorsaControllo della giustizia creato Venezuela Nell’intervallo, Cioè a causa della sua inaccettabilità, e perché è ovviamente prematuro.

Secondo l’articolo 11 della delibera, “La Camera ha rifiutato che l’articolo 21.3 della legge possa fungere da base giuridica per il risarcimento richiesto. La Camera ha sottolineato che il quadro giuridico del tribunale offre un’opportunità pratica per presentare le sfide poste dal Venezuela e, pertanto, non vi è alcuna “lacuna” nel diritto applicabile. La Camera ha osservato che la disposizione pertinente è l’articolo 18 della legge, che richiede all’avvocato di determinare se vi sia una base ragionevole per procedere con l’indagine, anche se tale disposizione è disponibile. Poiché tale impegno non era ancora stato annunciato, la Camera ha deciso che la richiesta del Venezuela era in anticipo e l’ha respinta. Nell’intervallo”.

La copertina della risoluzione della Corte penale internazionale, che consiglia la Corte penale internazionale e gli avvocati venezuelani, afferma di aver respinto le sfide poste dalla dittatura (Infopa).
La copertina della risoluzione della Corte penale internazionale, che consiglia la Corte penale internazionale e gli avvocati venezuelani, afferma di aver respinto le sfide poste dalla dittatura (Infopa).
La Corte Penale Internazionale respinge il ricorso alla dittatura di Nicolas Maduro (Inbope)
La Corte Penale Internazionale respinge il ricorso alla dittatura di Nicolas Maduro (Inbope)

A tal fine, il Strumento fotografico L’interlocutore ha deciso che il caso dovrebbe essere continuato fino al 23 luglio per proteggere l’identità delle vittime e dei testimoni e per completare il suo riassunto con le informazioni corrette. Nel frattempo, ha dato alla dittatura fino al 21 di questo mese per presentare le nuove accuse. Tuttavia, questa pratica non cambierà la tua decisione di non contestare la regola Maturo Rilasciato da Tarek William Chop, Procuratore Generale del Venezuela.

READ  Scandalo "I figli di Parvin": uno specialista della fertilità ha usato il proprio sperma per mettere incinta le sue pazienti

A giugno, l’avvocato uscente della CPI Fatu Benzouda ha dichiarato di voler chiedere un’indagine formale sui crimini commessi dalle forze governative in Venezuela, ma gli è stato impedito di farlo all’ultimo minuto dopo l’intervento del regime savista. Tassa del caso. Quella posizione è ora nelle mani di Kareem Khan, Una volta che il processo di sfida venezuelano è finito e vogliono aprire il processo, chi dovrebbe decidere.

Nel febbraio 2017, l’ICC ha aperto un’indagine preliminare su presunti abusi da parte delle forze di sicurezza venezuelane, nonché nelle manifestazioni dall’aprile 2017 e in alcune carceri maltrattate dal nemico. Nel novembre dello scorso anno, Benzema ha affermato che c’erano “ragionevoli motivi per credere” che in Venezuela si fossero verificati crimini contro l’umanità. Ha citato crimini come tortura, violenza sessuale e molestie per motivi politici, resi pubblici nell’ultimo rapporto, in cui si diceva che le vittime fossero membri dell’opposizione.

A giugno, dopo un cambio di procura, l’opposizione venezuelana ha sentito la “velocità” del caso venezuelano perché “tutti i processi interni per ottenere giustizia sono esauriti”. Julio Borges, presidente ad interim del Venezuela, ha affermato che il ministro degli Esteri Juan Guide ha aggiunto: “Purtroppo, il sistema giudiziario del Venezuela fa parte di una struttura di potere criminale”.

Novità in sviluppo…