Febbraio 2, 2023

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La Federazione francese si scusa dopo le polemiche su Zidane

Il presidente della Federcalcio francese si è scusato lunedì, di fronte alle critiche di Kylian Mbappe, ministro dello sport nazionale, e del Real Madrid per aver commentato che “non avrebbe potuto essere meno interessato” al futuro di Zinedine Zidane come allenatore.

Noel Le Grat ha ammesso che i suoi commenti in un’intervista radiofonica erano “goffi”.

“Non riflettono affatto quello che penso o penso del giocatore che era e dell’allenatore che è diventato”, ha detto Le Graet in una scusa ampiamente riportata dai media francesi.

Le Grat, che ha recentemente prolungato il contratto dell’allenatore della Francia Didier Deschamps fino a luglio 2026, è stato ospite domenica allo show dell’RMC. Lì, gli è stato chiesto delle voci che legano Zedny alla nazionale brasiliana.

“Sarei sorpreso se andasse lì, ma può fare quello che vuole, non mi interessa. Non l’ho mai incontrato e non abbiamo mai pensato di rompere con Didier”.

Quando gli è stato chiesto se gli sarebbe dispiaciuto vedere il tecnico del Brasile Zidane, ha risposto: “Non potrei essere meno interessato, può andare dove vuole”.

Poi, alla domanda se Zidane lo avesse chiamato di recente, Le Graet ha commentato: “Assolutamente no. Non avrei nemmeno risposto al telefono”.

Senza menzionare Le Graët per nome, Mbappé ha pubblicato un messaggio sul suo account Twitter domenica sera.

Zidane è la Francia. Una leggenda come questa non si rispetta”, ha rimproverato.

Amelie Odea Castera, ministro dello sport, è andata oltre, chiedendo a Le Grat di scusarsi con Zidane per la sua “vergognosa mancanza di rispetto”.

Usando Twitter, Oudéa-Castéra ha a malapena nascosto il suo disprezzo per Le Graët, mettendo tra virgolette la sua posizione nel sindacato.

READ  Ramirez sembra essersi ripreso; Le guardie sconfiggono le tigri

Questo non dovrebbe dire il “presidente” della principale federazione sportiva francese. “Mi scuso per questa trasgressione con Zidane, per favore”, ha scritto.

Le Graët ha affrontato accuse di molestie sessuali e il sindacato è stato oggetto di un’indagine ordinata da Oudéa-Castéra.

Anche il Real Madrid è uscito in difesa di Zidane, che gli ha portato titoli da giocatore e da allenatore.

“Queste parole mostrano mancanza di rispetto per una delle figure più ammirate dai tifosi di calcio di tutto il mondo e il nostro club si aspetta una rettifica immediata”, ha detto il club.

Zidane ha portato la nazionale francese a vincere il suo primo titolo di Coppa del Mondo, come ospite nel 1998. Hanno brillato di nuovo nel 2000, quando sono stati incoronati Coppa d’Europa.

Ha segnato in due finali di Coppa del Mondo, inclusa quella persa dalla Francia contro l’Italia nel 2006.

Le Graët si è scusato in una dichiarazione distribuita a vari media francesi. L’ufficio stampa della federazione ha rifiutato di pubblicare le scuse direttamente con l’Associated Press.

La dichiarazione di Le Graët ha anche cercato di attribuire una parte di responsabilità per i commenti agli investigatori di RMC.

“Ho rilasciato un’intervista a RMC che non avrei dovuto, perché cercavo polemiche confrontando Didier con Zinedine Zidane, due monumenti del calcio francese. Ammetto di aver fatto dichiarazioni imbarazzanti che hanno portato a fraintendimenti. Zinedine Zidane conosce il grande rispetto che ha mi inchino a lui, come tutti i francesi.

___

Jerome Pugmire ha contribuito a questo rapporto da Parigi.